SERIE B

Serie B: l'Empoli stende l'Entella e va in fuga. Monza ko, il Lecce è secondo

I toscani vincono 1-0 e si portano a +7 sui salentini, che battono 3-0 Nesta e sorpassano i brianzoli, travolti 4-1 dal Venezia. Rastelli ok al debutto con la Spal: 1-0 al Cittadella

  • A
  • A
  • A

Nella trentesima giornata di Serie B, l'Empoli batte 1-0 l'Entella con il gol di Casale (37’) e si porta a +7 sul secondo posto del Lecce, che vince 3-0 contro il Frosinone di Nesta grazie a Coda (doppietta) e Rodriguez e supera il Monza, travolto 4-1 in casa dal Venezia di un super Aramu (tripletta) e Sebastiano Esposito. Rastelli ok al debutto con la Spal: 1-0 al Cittadella. Il Vicenza stende 1-0 il Pescara, 1-1 tra Reggiana e Cosenza.

EMPOLI-ENTELLA 1-0
Prosegue senza sosta la rincorsa alla Serie A dell'Empoli, che però soffre e non poco per battere un Entella sempre più ultimo. Il primo tempo del testacoda del Castellani è tutto di marca toscana: la formazione di Dionisi, dopo 4 minuti, si vede annullare un gol a Mancuso, mentre al 24' La Mantia sfiora la rete con un colpo di testa di poco a lato. Al 37', la capolista passa in vantaggio: cross di Sabelli, colpo di testa di La Mantia e grande parata di Borra, ma sulla sfera si avventa Casale, che ribadisce in rete e sigla l'1-0. Nella ripresa, il portiere ospite evita il raddoppio compiendo due miracoli, il primo sulla rovesciata di Mancuso e il secondo sulla ribattuta di Moreo, ma Brignoli, che mura De Luca da fuori area, non è da meno. L'Empoli resiste all'assalto finale dell'Entella e sale a 59 punti, avvicinandosi sempre di più all'obiettivo promozione. Per i liguri, invece, la salvezza è sempre più lontana: il playout dista ora otto lunghezze.

FROSINONE-LECCE 0-3
Il Lecce si conferma la squadra più in forma del momento battendo 3-0 il Frosinone di Nesta e toccando quota 14 gol in 4 partite. Dopo un primo tempo senza reti, in cui solo Tachtsidis e Tribuzzi sfiorano il vantaggio, la partita si infiamma nella ripresa. Dopo 40 secondi, è ancora Tribuzzi a spaventare Corini colpendo il palo da pochi passi, ma al 53' Coda porta avanti i salentini con un tap-in a porta vuota dopo la sua prima conclusione ribattuta da Curado. Al 67', Vitale stende in area Pettinari: Coda va dal dischetto e si fa ipnotizzare da Bardi, ma l'ex Benevento si riscatta due minuti dopo con un preciso sinistro in area dopo un gran controllo con annesso dribbling su Curado. All'85', arriva il 3-0 che stende definitivamente i padroni di casa, con il contropiede di Rodriguez chiuso con un gran tocco sotto sull'uscita di Bardi. Il Lecce sale a quota 52 e alimenta i sogni di promozione diretta, mentre il Frosinone resta nel limbo della metà della classifica.

REGGIANA-COSENZA 1-1
Finisce in parità lo scontro salvezza del Mapei Stadium tra Reggiana e Cosenza. Avvio subito favorevole ai calabresi, in vantaggio dopo soli 2 minuti grazie al tap-in di Gliozzi sul cross dalla sinistra di Crecco. Ci pensa poi Falcone, tra la fine del primo tempo e l'inizio della ripresa, a murare i tentativi di Lunetta e compagni, ma al 75' il portiere ospite non può nulla sul destro di prima intenzione da fuori area di Varone, che di controbalzo segna il gol dell'1-1. All'ultimo respiro, Trotta ha la grande occasione per regalare il successo agli ospiti, ma il suo sinistro viene deviato prima da Libutti e infine da Venturi, che con un grande intervento evita l'1-2. Il pareggio consente a Reggiana e Cosenza di riappropriarsi dei rispettivi posti playout, riportando l'Ascoli al terzultimo posto ma lontano soltanto un punto.

VICENZA-PESCARA 1-0
Il Vicenza compie un fondamentale passo in avanti verso la salvezza grazie al successo sul Pescara. Primo tempo dominato dai biancorossi: al 10', Lanzafame colpisce la traversa, mentre due minuti dopo l'ex Novara non è preciso in area di rigore. Alla mezz'ora, Meggiorini tenta una grande semirovesciata, con il pallone di poco a lato, mentre gli ospiti si rendono pericolosi solo con l'incornata di Dessena. La partita si sblocca allora nella ripresa, e proprio con Meggiorini, che al 59' insacca di testa sul cross di Beruatto. Inutile il forcing finale degli ospiti, che perdono 1-0 e scivolano a -6 dal playout. Con questo successo, invece, il Vicenza sale a 38, si porta a +11 su Cosenza e Reggiana e aggancia il Frosinone.

MONZA-VENEZIA 1-4
Nel momento più complicato della stagione, il Venezia risorge e travolge 4-1 il Monza, che scivola al terzo posto. All'U-Power Stadium, lagunari in vantaggio al 6': cross dalla destra di Johnsen, sponda di Di Mariano e sinistro sul primo palo di Aramu, che firma lo 0-1 in favore degli uomini di Zanetti. Al 19' arriva anche il raddoppio: Fiordilino serve con un gran pallone Johnsen, murato da Di Gregorio, che però non può nulla sul tap-in di Aramu, che firma così la sua personale doppietta. Nella ripresa arriva addirittura la tripletta: al 56', Boateng stende in area Fiordilino e, dal dischetto, l'ex Siena spiazza Di Gregorio. Palla al centro e i brianzoli accorciano subito le distanze con Armellino, che con un destro al volo dal limite batte Pomini e segna l'1-3, ma gli ospiti chiudono i giochi con la grande giocata di Sebastiano Esposito, che all'86' si gira in area e col sinistro insacca il gol del definitivo 4-1. Con questo pesante ko, il Monza lascia il secondo posto al Lecce e ora deve sperare in un mancato successo della Salernitana col Brescia per evitare di scivolare addirittura al quarto. Il Venezia, invece, resta a -3 dalla promozione diretta.

SPAL-CITTADELLA 1-0
Inizia nel migliore dei modi l'avventura di Massimo Rastelli sulla panchina della Spal. Al Mazza, infatti, arriva un successo per 1-0 contro una diretta concorrente per i playoff, un Cittadella nuovamente a secco di gol e vittorie dopo lo 0-0 con la Salernitana. Nel primo tempo, i ferraresi colpiscono una traversa al 14' con Valoti, con la sfera che sembra superare la linea di porta, ma la rete non viene convalidata. Il conto dei legni viene pareggiato al 27', con la traversa centrata di testa su corner da Proia. Il risultato si sblocca allora nella ripresa, con Floccari che dopo neanche un minuto ruba palla ad Adorni e insacca solo davanti a Kastrati. Al 54', Missiroli trova un gran colpo di tacco al volo direttamente da calcio d'angolo, ma la splendida deviazione dell'ex Sassuolo impatta sulla traversa, la seconda per i padroni di casa. Nonostante il forcing finale del Cittadella, la Spal resiste e torna alla vittoria dopo due turni: con questo successo, Rastelli raggiunge a quota 45 proprio la formazione di Venturato.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments