SERIE B

Serie B: Crotone e Frosinone salgono a braccetto al secondo posto

I calabresi piegano 1-0 la Cremonese, i ciociari vincono 1-0 a Venezia. Sorpasso sul Pordenone, fermato sul 2-2 dal Livorno

  • A
  • A
  • A

Crotone e Frosinone salgono a braccetto al secondo posto nella classifica di Serie B vincendo 1-0 rispettivamente contro Cremonese e Venezia. Simy decide la sfida dello Scida a 3’ dalla fine; Rohden sigla il gol partita al 63’. Il Pordenone viene fermato sul 2-2 in casa dal Livorno: dopo il vantaggio friulano di Gavazzi, i toscani ribaltano il risultato con Bogdan e Marras, ma Chiaretti ristabilisce la parità. Vittorie in trasferta per Empoli e Spezia.

CROTONE-CREMONESE 1-0
All’8’ sul gran cross di Gerbo, il colpo di testa di Simy sorprende Zortea; il pallone è diretto verso la porta, ma Ravaglia è bravo a deviare, poi Ravanelli mette in angolo. Al 26’ ci prova Palombi con un bel destro dai 25 metri, ma Cordaz para senza problemi. Al 39’ Crociata prova a sorprendere Ravaglia dalla lunga distanza, ma il suo tiro termina a lato. A inizio ripresa Cordaz d’istinto respinge con il piede su Valzania; sul prosieguo dell'azione, il colpo di testa di Perugini finisce sul palo, ma il neoentrato era in fuorigioco. A 3’ dalla fine lo Scida va in festa: cross teso di Mustacchio e colpo di testa di testa di Simy da pochi passi, che regala ai calabresi il secondo posto grazie al suo decimo centro in campionato.

VENEZIA-FROSINONE 0-1
Allo scoccare della mezz’ora su Lezzerini esce male su un tentativo di cross di Salvi, ma sono bravi i centrali di casa a calciare il pallone in angolo prima che gli attaccanti avversari possano intervenire. Al 43’ Capello difende il pallone sull’attacco di Ariaudo, si gira e prova a calciare verso la porta di Bardi; pallone alto. I laziali riescono a passare in vantaggio al 63’: Beghetto, lasciato colpevolmente solo sulla sinistra, serve sul primo palo Rohden che si inserisce alla perfezione e batte Lezzerini. Sull’altro fronte i padroni di casa sono molto sfortunati: Fiordilino prova a piazzarla dal limite dell’area, trovando la base del palo alla sinistra di Bardi. Zigoni lo imita al 90’ con uno stacco imperioso. I laziali volano così in seconda posizione.

PORDENONE-LIVORNO 2-2
Il risultato si sblocca al 40’: Tremolada dà in verticale per Strizzolo che, spalle alla porta, appoggia su Gavazzi che non può far altro che superare Plizzari per la rete dell’1-0. I padroni di casa sembrano avere il controllo del match, ma subiscono il pari toscano al 53’: calcio d’angolo battuto alla perfezione da Marras per il colpo di testa di Bogdan che approfitta dell’uscita sbagliata di Di Gregorio. Il Livorno ribalta poi tutto a metà esatta del secondo tempo: grandissima giocata di Braken che supera Barison e poi serve a centro area Marras che, completamente solo, spiazza Di Gregorio. Il Pordenone riesce quantomeno a ristabilire la parità con una grande conclusione di Chiaretti che non dà scampo a Plizzari all’83’.

CITTADELLA-EMPOLI 1-2
Ospiti avanti al primo affondo: cross perfetto dalla destra di Fiamozzi per il colpo di testa vincente al 6’ di Mancuso, lasciato colpevolmente solo dalla difesa granata. I veneti pareggiano al 38’ quando, sulla respinta corta di Romagnoli, arriva il colpo da biliardo di Adorni che la piazza nell’angolino basso. Bajrami si divora il gol con una conclusione a colpo sicuro dello svizzero che da due passi alza sopra la traversa, ma al 73’ il centrocampista di origini macedoni firma il gol vittoria: accelerazione in campo aperto di Mancuso, che si fa respingere la conclusione da Paleari ma poi è bravo ad appoggiare all’indietro per Bajrami che la mette sotto l’incrocio.

PERUGIA-SPEZIA 0-3
Alla mezz’ora ci provano gli ospiti con Ragusa ma il suo sinistro dai 25 metri non si abbassa e termina alto sopra la traversa. Una punizione di Bartolomei va vicina al palo destro difeso da Vicario, ma al 41’ arriva comunque il vantaggio ligure: Rajkovic atterra fallosamente Ragusa e l’arbitro assegna allo Spezia il rigore, trasformato poi da Matteo Ricci che spiazza il portiere. Gli uomini di Serse Cosmi faticano a reagire e subiscono il tris definitivo nel secondo tempo: prima al 60’ Nzola raddoppia col piatto destro in corsa beffando Vicario, poi al 73’ il sinistro di Federico Ricci (gemello di Matteo) fissa il risultato sul 3-0 al Curi. Lo Spezia entra in zona playoff e se vincesse martedì contro la Cremonese salirebbe addirittura al secondo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments