SERIE B

Serie B: la Salernitana vince ed è seconda, il Cittadella crolla a Venezia

Gondo e Cicerelli regalano ai granata il 2-0 sul Pescara, Venturato cade al Penzo: decide Forte al 3'. La Reggina ferma Nesta sull'1-1

  • A
  • A
  • A

Nella diciannovesima giornata di Serie B, la Salernitana torna alla vittoria battendo 2-0 il Pescara: all'Arechi, decidono i gol di Gondo (8') e Cicerelli (25'). I granata volano al secondo posto grazie al ko del Cittadella col Venezia, che vince 1-0 con Forte (3'). La Reggina ferma il Frosinone di Nesta sull'1-1: Tabanelli su rigore risponde a Folorunsho. La Reggiana batte 2-1 il Vicenza, 0-0 in Cosenza-Pordenone e Ascoli-Chievo.

lapresse

SALERNITANA-PESCARA 2-0
Dopo tre sconfitte di fila, la Salernitana torna alla vittoria battendo 2-0 il Pescara all'Arechi. Granata subito pericolosi al 7' con il destro di Capezzi, ma Fiorillo para. Dal successivo corner, però, la formazione di Castori passa: sponda di Djuric e zampata di Gondo, che realizza la prima rete dei campani nel 2021 e interrompe il digiuno da gol che durava da 323 minuti. Al 25', arriva il raddoppio dei padroni di casa: Ceter regala palla a Cicerelli che si invola verso la porta e con il destro trova l'angolino basso. Gli ospiti si affidano a Galano, che tra la fine del primo tempo e l'inizio della ripresa mette per tre volte paura a Belec, senza però riuscire a riaprire il match. Finisce 2-0: in attesa di Spal e Monza, la Salernitana è sola al secondo posto in classifica con 34 punti, mentre il Pescara scivola al penultimo posto a quota 16.

VENEZIA-CITTADELLA 1-0
Successo pesantissimo per il Venezia, che al Penzo batte 1-0 il Cittadella. La partita si sblocca dopo appena 3 minuti: Forte raccoglie la respinta di Maniero sulla conclusione di Crnigoj e insacca. I padroni di casa insistono e mettono pressione agli uomini di Venturato con il destro di Sebastiano Esposito, ma Maniero è attento. Ad inizio ripresa, Forte sfiora la doppietta di testa, ma colpisce soltanto il palo. La formazione di Venturato non riesce a rendersi pericolosa e incassa la quinta sconfitta in campionato, restando a quota 33. Il Venezia, invece, aggancia il Pordenone a 28 punti.

FROSINONE-REGGINA 1-1
Un gol e un punto per Frosinone e Reggina allo Stirpe. Gli ospiti giocano un'ottima gara e passano in vantaggio alla mezz'ora: Menez se ne va sulla sinistra e mette al centro, dove Folorunsho arriva e fulmina Bardi. Nella ripresa, i ciociari cercano l'1-1, ma Boloca e Kastanos peccano di precisione. All'84', però, la formazione di Nesta pareggia: fallo in area di Lakicevic su Rohden e, dal dischetto, Tabanelli (entrato da due minuti) batte con il cucchiaio Plizzari. Finisce 1-1: il Frosinone scivola fuori dalla zona playoff, mentre la Reggina subisce l'aggancio della Reggiana a 18 punti.

ASCOLI-CHIEVO 0-0
Partita con poche emozioni al Del Duca. Il primo tiro in porta arriva dopo appena tre minuti: Bajic, infatti, impegna Semper con un destro in area respinto con il piede dal portiere dei gialloblù. La partita, però, si accende solo nel finale: Saric conclude dal limite sfiorando lo specchio della porta, poi sono Garritano e Mogos a mettere paura a Leali. Finisce però 0-0: la formazione di Aglietti sale a quota 29, i bianconeri restano ultimi con soli 14 punti.

COSENZA-PORDENONE 0-0
Zero gol ma molte emozioni al San Vito: la prima la crea il Pordenone, che però sbaglia un rigore assegnato al 23' per fallo di Vera su Diaw, che dal dischetto colpisce il palo. A fine primo tempo, i padroni di casa restano in dieci per l'espulsione del capitano Corsi. Nella ripresa, Falcone si supera sul colpo di testa di Musiolik e il Pordenone ristabilisce la parità numerica con l'espulsione di Berra nel recupero. Lo 0-0 serve più ai ramarri, che restano in zona playoff, che ai calabresi, sempre più in zona retrocessione.

REGGIANA-VICENZA 2-1
Dopo cinque sconfitte di fila, la Reggiana torna alla vittoria. Partita cinica dei padroni di casa, che nel primo tempo segnano con l'unico tiro in porta, il colpo di testa di Ajeti su calcio di punizione battuto da Radrezza che vale il ritorno al gol dopo 616 minuti. I granata raddoppiano nella ripresa: al 73', infatti, Muratore trova la sua prima rete nel campionato cadetto con un preciso diagonale destro dal limite. Nel finale i padroni di casa si vedono annullare il terzo gol e il Vicenza prova a riaprirla al 94' con Zonta, che approfitta di un'uscita sbagliata di Cerofolini, ma è troppo tardi. Finisce 2-1: la Reggiana sale a 18 punti come la Reggina, mentre il Vicenza resta a 21.

RISULTATI E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments