Serie B, Barison regala i 3 punti al Pordenone: 1-0 con lo Spezia

I neroverdi raggiungono (per una notte almeno) le squadre al comando della classifica

  • A
  • A
  • A

Continua la favola del Pordenone, che batte in casa l'ambizioso Spezia e si porta momentaneamente nel gruppo delle prime in classifica della serie B a quota 6 punti. Alla Dacia Arena di Udine termina 1-0 per i neroverdi: decisivo il colpo di testa di Alberto Barison al 49'. Per lo Spezia però non mancano i rimpianti: sono clamorosi i gol sbagliati da Federico Ricci e da Maggiore, mentre Di Gregorio è provvidenziale su Capradossi.

L'entusiasmo, e anche la testa. Il Pordenone continua a vivere il suo sogno e trova la seconda vittoria su tre partite giocate in serie B. Non è tutto: finora tutte le volte che ha giocato in cadetteria tra le mura amiche (anche se si tratta di Udine e non di Pordenone) ha sempre e solo vinto. E il successo contro un'avversaria ambiziosa come lo Spezia vale anche di più, dato che in campo nel finale si vede un Pordenone smaliziato e capace di contenere la furia dei rivali a caccia del gol del pareggio. Lo Spezia prova a spaventare subito i neroverdi: Galabinov trova una girata al volo di destro dopo pochi secondi dall'inizio del match, ma alza troppo la mira. Ci prova poi Federico Ricci, ma il suo mancino da fuori area è fuori misura. I Ramarri però non stanno solo a guardare e si scuotono con Monachello, che tenta un sinistro a giro da posizione molto complicata, e con Chiaretti che si fa murare la conclusione mancina. La partita rimane molto intensa: Ricci sbaglia mira di poco, ma poi è Gavazzi con un bolide dalla distanza a costringere Scuffet alla grande parata. Lo stesso Ricci sbaglia tutto solo davanti a Di Gregorio e calcia alle stelle su folle retropassaggio di De Agostini, poi il Pordenone si salva sull'iniziativa di Gyasi e sul tiro in mischia di Capradossi.

L'equilibrio viene rotto in avvio di ripresa da Barison, che al 49' è perfetto ad anticipare Maggiore di testa e a portare il Pordenone in vantaggio su punizione di Burrai. Il vantaggio galvanizza i neroverdi: Pobega sfonda a sinistra e solo Capradossi riesce a evitare guai spazzando via il pallone dall'area sul suo pericoloso cross rasoterra, poi Burrai ci prova con un calcio di punizione da lontanissimo. Lo Spezia però non si arrende e si riporta in avanti: Maggiore spreca l'impossibile quando anticipa l'intera linea difensiva di casa e poi spara altissimo a pochi passi dalla porta. I liguri concludono la partita in avanti, e il frizzante Pordenone cambia faccia e veste i panni della squadra di grande esperienza che riesce ad addormentare la partita impedendo agli avversari di fare male. In particolare è Monachello a sacrificarsi anche in difesa, dimostrazione che i neroverdi non si trovano ai vertici della cadetteria per caso. I rischi però non mancano, come quando Bastoni ha lo spazio per liberare un diagonale che termina la sua corsa non lontano dal palo. Gli sforzi degli ospiti però non bastano, e alla fine a festeggiare è il Pordenone. Che per una notte guarda tutti dall'alto, anche in serie B.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments