SAMPDORIA-JUVENTUS 0-2

Serie A, Sampdoria-Juventus 0-2: Chiesa e Ramsey espugnano il Ferraris

Nel diluvio di Genova decisivo l'inserimento dell'esterno. Il gallese raddoppia nel recupero

  • A
  • A
  • A

Inizia con una vittoria il girone di ritorno della Juventus. I bianconeri di Pirlo si sono imposti 2-0 in casa della Sampdoria nel terzo anticipo della 20.a giornata di Serie A. In una sfida condizionata dalla pioggia battente, la Juventus al 20' ha costruito con Ronaldo e Morata l'azione da tre punti, rifinita in rete da Chiesa. La reazione della Samp ha portato a due conclusioni di Quagliarella, poi nel recupero Ramsey ha chiuso i giochi.

LA PARTITA

Tre punti senza strafare, una vittoria su un campo ostico - per avversario e condizioni atmosferiche - per continuare la corsa ai vertici della Serie A. La Juventus di Pirlo è passata al Ferraris con un gol per tempo, portando a casa un 2-0 più importante per i pochi rischi corsi in difesa piuttosto che per una produzione offensiva limitata allo stretto necessario. Chiesa e Ramsey le firme del successo contro la Sampdoria di Ranieri, con un pensiero alla Coppa Italia anche nelle scelto del tecnico bianconero e uno alla vetta del Milan che rimane distante sette punti, ma con una partita da recuperare.

Un canovaccio tattico già chiaro fin dai primi minuti con i blucerchiati che hanno lasciato alla Juventus il controllo delle operazioni fin dalle prime battute, abbassando Ekdal tra i centrali in fase difensiva e provando qualche timida ripartenza scontrandosi con costanza sul ritrovato muro bianconero Chiellini-Bonucci. La squadra di Pirlo dal proprio canto ha accettato il palleggio in mezzo al campo, provando a sorprendere l'avversario con cambi di gioco repentini per Chiesa e, soprattutto, McKennie. I tagli dalla destra dello statunitense verso il centro dell'area hanno speso aperto varchi in cui Cuadrado si è infilato e in cui lo stesso Chiesa e Morata si sono infilati con costanza. A far saltare il banco però è stato un pallone recuperato alto dal centrocampo bianconero, al 20' rifinito alla perfezione da Ronaldo e Morata con il giusto premio per l'inserimento tra i difensori centrali di Chiesa per lo 0-1. Vantaggio della Juventus che non ha cambiato di una virgola il copione del match con Cristiano Ronaldo vicino al raddoppio in un paio di occasioni, ma sempre ben controllato da Yoshida.

Qualcosa in più la Sampdoria ha provato a farlo nella ripresa in due momenti distinti. Appena dopo l'intervallo, infatti, la squadra di Ranieri ha provato ad accelerare trovando con Quagliarella un paio di situazioni interessanti in area di rigore, sventate da Chiellini prima e Szczesny poi. Un fuoco destinato a rimanere tale pur spostando la contesa del palleggio e del gioco nella metà campo della Juventus, abile a difendere spazi e corsie laterali senza nemmeno faticare troppo. I cambi conservativi di Pirlo nell'ultimo quarto d'ora hanno evitato grattacapi a Szczesny nel finale, trovando poi il contropiede del raddoppio in pieno recupero con la regia ancora di Ronaldo per l'assist di Cuadrado al tap-in vincente di Ramsey.

--
LE PAGELLE

Chiesa 6,5 - Conclude il suo mese d'oro timbrando il cartellino anche contro la Samp. Bravo nell'inserimento tra i centrali e lucido nel colpire di destro l'assist di Morata.

McKennie 6,5 - Spina costante nel fianco della Samp. Parte largo sulla destra, ma con i suoi tagli alle spalle della difesa tiene sempre in apprensione gli avversari. Ruba palloni e si butta negli spazi.

Chiellini 6,5 - Fondamentale la sua presenza al centro della difesa, sempre concentrato e fisicamente pronto a duellare con le punte blucerchiate. Decisivo con un intervento in spaccata su Quagliarella a inizio ripresa.

Ronaldo 6 - Ha due occasioni per chiudere la partita, ma le spreca. Nella ripresa non trova spunti vincenti, dialogando anche poco coi compagni. In ogni caso dà il via da regista alle azioni dei gol.

Ekdal 5 - Confuso dai compiti tattici difensivi da terzo centrale, passa il primo tempo con tocchi imprecisi e due palloni persi sanguinosi. Meglio nella ripresa, ma si limita al compitino senza aggiungere geometrie al gioco.

Yoshida 6,5 - La chiusura su Ronaldo sul finire del primo tempo è da sottolineare. Partita attenta contro il portghese, fa il suo con puntualità.

--
IL TABELLINO

SAMPDORIA-JUVENTUS 0-2
Sampdoria (4-4-2):
Audero 6; Bereszynski 6, Yoshida 6,5, Colley 6, Augello 6; Candreva 5,5 (36' st Jankto sv), Ekdal 5, Silva 5,5 (17' st Damsgaard 5,5), Thorsby 5,5; Keita 5 (23' st Ramirez 5), Quagliarella 5,5 (23' st Torregrossa 5,5). A disp.: Letica, Ferrari, Tonelli, Askildsen, Regini, Leris, Verre, La Gumina. All.: Ranieri 6.
Juventus (4-4-2): Szczesny 6; Cuadrado 6,5, Bonucci 6, Chiellini 6,5, Danilo 6; McKennie 6,5, Arthur 6 (37' st Ramsey 6,5), Bentancur 6 (29' st Rabiot 6), Chiesa 6,5 (37' st Alex Sandro sv); Morata 6,5 (33' st Bernardeschi 6), Ronaldo 6. A disp.: Buffon, Pinsoglio, De Ligt, Dragusin, Demiral, Frabotta, Fagioli. All.: Pirlo 6.
Arbitro: Fabbri
Marcatori: 20' Chiesa, 46' st Ramsey
Ammoniti: Thorsby, Ekdal, Damsgaard (S); Bentancur, Bernardeschi (J)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

La Juventus ha tenuto la porta inviolata per due gare di fila in Serie A per la prima volta da giugno 2020 (tre in quel caso, con Maurizio Sarri in panchina).
La Sampdoria è la prima squadra battuta due volte dalla Juventus di Andrea Pirlo in Serie A.
Quattro dei cinque gol di Federico Chiesa in Serie A con la Juventus sono stati segnati nel gennaio 2021.
Federico Chiesa ha realizzato il 29% delle sue reti in Serie A nel mese di gennaio (9 su 31).
In questo campionato, Juan Cuadrado ha già servito lo stesso numero di assist della scorsa Serie A (cinque), con ben 18 presenze in meno disputate.
10 degli 11 successi della Juventus in Serie A con Andrea Pirlo in panchina sono arrivati con almeno due gol di scarto (l’unica eccezione contro il Torino a dicembre).
Nessun attaccante ha servito più assist in questa Serie A di Álvaro Morata (sei, al pari di Dries Mertens).
Su 70 tiri nello specchio effettuati in questo campionato dalla Sampdoria, solo due sono stati effettuati contro la Juventus (tra andata e ritorno).
Cristiano Ronaldo è rimasto senza gol per tre gare consecutive in un singolo campionato per la prima volta da aprile 2019.
Aaron Ramsey ha tagliato il traguardo delle 300 presenze nei cinque maggiori campionati europei, 38 di queste sono arrivate con la maglia della Juventus.
Giorgio Chiellini ha eguagliato Giuseppe Furino in 5ª posizione tra i giocatori con più presenze in Serie A con la Juventus (361).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments