NAPOLI-CAGLIARI 2-0

Serie A, Napoli-Cagliari 2-0: Spalletti sempre in vetta a punteggio pieno

Al Maradona decidono il gol di Osimhen e il rigore trasformato da Insigne, sardi fermi al penultimo posto

di
  • A
  • A
  • A

Il Napoli batte 2-0 il Cagliari nel posticipo della sesta giornata di Serie A, confermandosi leader della classifica a punteggio pieno. Agli uomini di Spalletti bastano 11’ per sbloccare il match, grazie a una zampata del solito Osimhen su assist di Zielinski. Nella ripresa è ancora decisivo il nigeriano, che si procura il rigore trasformato da Insigne (57’) per mettere in sicurezza il risultato. Sardi fermi al penultimo posto.

LA PARTITA

Il Napoli mette la sesta, allunga sull’Inter e tiene le distanze dal Milan, confermandosi la squadra più in forma di questo inizio campionato. Anguissa e Osimhen si dimostrano ancora una volta le armi in più di una squadra forte e sicura di sé in tutti i reparti, che affronta ogni match con la personalità e la tranquillità di un gruppo navigato. Per battere un Cagliari in crisi di fiducia e di risultati basta oggettivamente poco, ma intanto Spalletti può godersi una classifica in cui guarda tutti dall’alto in basso e pensare con grande serenità agli impegni contro Spartak Mosca e Fiorentina.

Mazzarri torna nella sua Napoli scegliendo un modulo estremamente accorto, con il solo Joao Pedro come riferimento offensivo. Il muro rossoblù resiste però solamente fino all’11’: Anguissa pesca Zielinski oltre una linea difensiva completamente addormentata, il polacco tocca all’indietro per l’accorrente Osimhen che conferma il suo momento d’oro insaccando alle spalle di Cragno il gol che sblocca l’incontro. I sardi provano a sfruttare la grande densità a centrocampo per imbastire un tentativo di reazione, ma la manovra offensiva trova pochi sbocchi e le chance non vanno oltre qualche corner che non spaventa Ospina. Il Napoli è in totale controllo del match, non rischia nulla nella propria metà campo, ma nonostante il predominio territoriale non trova mai neanche l’accelerata decisiva per mettere al sicuro il risultato già nel primo tempo.

Lo spartito nella ripresa non cambia: il Cagliari ci mette buona volontà, ma le opzioni per provare a far male sono estremamente limitate; il Napoli domina sul piano del palleggio, ma non riesce a trovare lo strappo decisivo per impensierire Cragno. A dare la scossa a un match un po’ sonnacchioso ci pensa ancora Osimhen: il nigeriano mette il turbo sfidando Godin, gli frena davanti e lo porta a commettere un fallo in area tanto netto quanto ingenuo. Dal dischetto Insigne trasforma con un destro potente e centrale, che di fatto chiude una partita mai davvero in bilico. Con il risultato ormai virtualmente acquisito il match diventa paradossalmente più divertente, il Napoli attacca con grande scioltezza e sfiora più di una volta il 3-0, mentre i cambi non bastano a dare un po’ di verve a un Cagliari giù di morale, primo aspetto sul quale Mazzarri è chiamato a lavorare duramente.

LE PAGELLE

Osimhen 7,5 - Sblocca il match dopo pochi minuti, ogni volta che ha la palla tra i piedi la difesa del Cagliari va in affanno e nella ripresa si procura di potenza il rigore del 2-0. Sta vivendo un momento d’oro e non sembra intenzionato a fermarsi.

Koulibaly 7 - Difende con una sicurezza disarmante, non sbaglia mai una chiusura o un anticipo e si permette anche qualche sgroppata in avanti.

Insigne 7 - È sempre nel cuore dell’azione, sia quando c’è da dialogare coi compagni, sia quando c’è da provare a mettersi in proprio. Trasforma con freddezza il rigore che chiude la partita.

Godin 4,5 - Si fa cogliere in controtempo dal lancio per Zielinski in occasione del primo gol, ma soprattutto commette un fallo di un’ingenuità clamorosa in occasione del rigore del raddoppio. Serataccia.

Joao Pedro 5,5 - Mazzarri gli chiede troppo: difendere palla e far salire la squadra non è esattamente nelle sue corde, lui si scontra ripetutamente sul muro Koulibaly e non vede mai la porta.

Zappa 6 - Fa buona guardia su Insigne e gli rende la vita difficile, specialmente nel primo tempo. Anche in fase di costruzione non fa mancare la sua spinta e insieme a Marin è uno dei pochi che sembra crederci davvero.

IL TABELLINO

Napoli-Cagliari 2-0

Napoli (4-2-3-1): Ospina 6; Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 6,5, Koulibaly 7, Mario Rui 6,5; Anguissa 7, Ruiz 6,5 (43' st Demme sv); Politano 6 (24' st Lozano 6,5), Zielinski 6,5 (24' st Elmas 6), Insigne 7 (32' st Ounas 6); Osimhen 7,5 (32' st Petagna 6).

Allenatore: Spalletti 7

Cagliari (3-5-1-1): Cragno 6; Caceres 5, Godin 4,5, Walukiewicz 5,5 (23' st Ceppitelli 6); Zappa 6, Marin 6, Strootman 5 (40' st Grassi sv), Deiola 5,5 (23' st Keita 5,5), Lykogiannis 5 (40' st Pereiro sv); Nandez 5; Joao Pedro 5,5.

Allenatore: Mazzarri 5

Arbitro: Piccinini

Marcatori: 11' Osimhen (N), 12' st rig. Insigne (N)

Ammoniti: Osimhen (N), Walukiewicz (C), Elmas (N)

Espulsi:

LE STATISTICHE

- Il Napoli ha vinto tutte le prime sei gare stagionali di Serie A per la seconda volta nella sua storia, dopo il 2017/18.
- Il Cagliari non ha vinto nessuna delle prime sei partite stagionali di Serie A solamente per la seconda volta negli ultimi 13 campionati (oltre al 2012/13).
- Il Napoli ha tenuto la porta inviolata in tre partite consecutive di Serie A per la prima volta dal febbraio 2019.
- Victor Osimhen non segnava in casa in Serie A dallo scorso maggio, sempre il primo gol del match contro il Cagliari nei primi 15 minuti di gioco.
- Victor Osimhen è, con Karim Benzema, il giocatore dei maggiori cinque campionati europei che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel mese di settembre (sei reti).
- Lorenzo Insigne ha realizzato sei gol contro il Cagliari in Serie A: solo contro Fiorentina (nove) e Lazio (sette) ha fatto meglio nella competizione.
- Lorenzo Insigne ha segnato gli ultimi due rigori calciati in Serie A dopo aver sbagliato i precedenti due.
- Il Cagliari è la formazione contro cui Lorenzo Insigne ha realizzato più gol su rigore in Serie A: quattro, almeno il doppio rispetto a qualsiasi altra.
- Giovanni Di Lorenzo ha giocato la sua 100ª partita da titolare con la maglia del Napoli in tutte le competizioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments