SERIE B

Serie B, sprint Vicenza, lo sgambetto al Chievo è servito

I biancorossi espugnano Verona 1-2 grazie a un gran primo tempo e alle reti di Lanzafame e Rigoni, non basta il rigore di Giaccherini

  • A
  • A
  • A

Nel posticipo della 27esima giornata di Serie B il Vicenza si rende protagonista di una grande partita e sconfigge a domicilio il Chievo con il punteggio di 2-1 Al 9’ Lanzafame porta in vantaggio di testa gli ospiti e alla mezz’ora l’ex Rigoni raddoppia. I gialloblù reagiscono nella ripresa, ma la rete su rigore di Giaccherini arriva troppo tardi, a un minuto dal 90’: occasione sprecata per i veronesi, triplo sorpasso per i biancorossi.

Derby veneto vinto e triplo sorpasso in classifica su Pordenone, Brescia e Reggina. Il lunedì del Vicenza è fantastico, con la vittoria per 1-2 ai danni del Chievo che addolcisce decisamente la classifica dell’undici di Di Carlo. Il primo squillo è però dei padroni di casa, con Margiotta che calcia dalla distanza costringendo Grandi a deviare in tuffo in calcio d’angolo. Il gol che sblocca il derby veneto è tuttavia degli ospiti, con l’incornata di Lanzafame su un bel cross di Giacomelli a infilare Semper sul secondo palo. Passano una decina di minuti scarsi e il tandem si ripropone, solo che questa volta l’attaccante conclude al volo e il portiere gialloblù riesce a dirigere il pallone contro il palo. Il Chievo cerca di reagire e si rende pericoloso in avanti con Margiotta, ma alla mezz’ora, su un passaggio errato di Ciciretti, Giacomelli confeziona un altro assist, questa volta basso e per l’ex del match Rigoni: palla in rete e raddoppio biancorosso. Il numero 10 continua a inventare, ma Pontisso di testa trova un avversario e il primo tempo si chiude con il Vicenza avanti di due reti.
 
Dopo l’intervallo il Chievo rientra in campo arrembante e già nei primi minuti Grandi deve togliere una punizione di Palmiero dall’incrocio e Barlocco deve opporsi su un tiro potente di Garritano. Gigliotti spreca al quarto d’ora un’ottima sponda di De Luca, ma poco dopo è Zonta ad avere la chance di chiudere la partita di testa su invito di Pontisso: tentativo fallito. Ci provano ancora i gialloblù a una ventina di minuti dal termine, con Di Gaudio che però calcia lontano su un’eccellente occasione costruita da Canotto. I ruoli si scambiano poco dopo con il pallone che termina comunque a lato, ma a 3’ dal termine è proprio Di Gaudio a essere steso da Valentini all’ingresso dell’area di rigore: Giaccherini dal dischetto riapre la partita, ma nel recupero la rimonta non si completa e il Chievo deve rinunciare all’aggancio della quarta piazza. Ottimo momento invece per il Vicenza, al quinto risultato utile consecutivo.
 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments