Sassuolo, Carnevali: "Juventus un modello ma pensa solo per sé"

L'ad del Sassuolo: "I bianconeri locomotiva della Serie A però faticano a legare con le altre. L'Inter vincerà con Marotta e Suning"

  • A
  • A
  • A

Il Sassuolo si appresta ad affrontare la Juventus, Giovanni Carnevali tesse le lodi degli avversari non risparmiando un appunto: "In questi anni la Juve ha fatto un salto incredibile, meritato. Eppure fatica a legare con gli altri club, peccato. Ciascuno pensa per sè, è un difetto di tutti, ma in questi anni in cui il nostro calcio ha perso troppo tempo penso che il club di Agnelli potrebbe essere la nostra locomotiva".

L'ad neroverde ricorda il no al Chelsea per Rogerio (di proprietà della Juve, ndr): "Abbiamo dimostrato coerenza, a gennaio non vendiamo. Anzi, magari lo acquistiamo in estate come abbiamo fatto per Lirola". Uno strappo alla regola però c'è stato: "Giusto che Boateng si giocasse la chance Barcellona, un vanto anche per noi: ora in Catalogna sanno dov'è Sassuolo...".

Nell'intervista alla Gazzetta dello Sport, Carnevali parla anche del grande amico Marotta: "Il mio maestro, un top player. Con lui e Suning l'Inter tornerà a vincere. Ma trattare con Giuseppe è impossibile, dura smuoverlo quando tutela gli interessi del suo club. In occasione dei no alla Juve per Zaza e Berardi l'ho detto a Paratici, non a lui".

Infine, sull'occasione Milan mancata (prima di scegliere Gazidis, i rossoneri avevano pensato anche a lui, ndr): "Non so se è così. Ma Squinzi ha toccato con mano la mia fedeltà. Mi lascia libero di agire per realizzare un sogno, gli sono grato".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments