Sampdoria, Ferrero: "Non vendo, mai incontrato Vialli. A Spalletti farei fare l'attore"

Il presidente blucerchiato: "Fatemi lavorare, voglio vincere qualcosa". E sul tecnico dell'Inter...

  • A
  • A
  • A

"Io non vendo e lo ripeto. E non ho ricevuto offerte. Ho aumentato i fatturati, ho preso lo stadio, ho rifatto gli spogliatoi, ho investito sui campi e non solo. Perché dovrei vendere?". Massimo Ferrero si tiene stretta la Sampdoria. "Voglio portarla a vincere qualcosa - ha detto a RMC Sport - Vialli me lo ricordo come calciatore ma non l'ho mai incontrato". Su Spalletti: "Voglio fargli fare l'attore, il mimo, quando vorrà smettere con il calcio".

"Mi sono scocciato di sentir dire che da quando ci sono io ci sono acquirenti, che vendo sempre - ha proseguito Ferrero ai microfoni di RMC Sport - Ma cosa devo vendere? Anche perché queste cose hanno destabilizzato l'ambiente. In Italia il merito e la fatica non esiste più. Ho aumentato i fatturati, ho preso lo stadio, ho rifatto gli spogliatoi, ho investito sui campi e non solo. Forse qualcuno vuole farsi pubblicità alle mie spalle. Poi se arriva un'offerta che non si può rifiutare, la posso valutare". E ancora su Spalletti: "Lo amo, voglio fargli fare l'attore, il mimo, quando vorrà smettere con il calcio. E' eccezionale in questo. Si arrabbia e ha una mimica unica". Su due ex blucerchiati, Icardi e Schick: "Icardi ha già la moglie a gestirlo. Consiglierei all'Inter il rinnovo? In società c'è Ausilio e Marotta, che sanno cosa fare". Per Schick serve ancora tempo, è un giocatore meraviglioso. Un conto però è giocare nella Samp, in una piazza tranquilla, un conto è giocare a Roma".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments