ROMA-SASSUOLO 2-1

Serie A, Roma-Sassuolo 2-1: decide El Shaarawy nel recupero

All'Olimpico gara tirata e tante occasioni: Djuricic replica a Cristante, poi la perla del Faraone al 91'. Mou corre sotto la curva

di
  • A
  • A
  • A

Continua il percorso netto della Roma in Serie A. Nella terza giornata di campionato la squadra di Mourinho batte il Sassuolo 2-1 e resta a punteggio pieno in vetta alla classifica insieme a Napoli e Milan. All'Olimpico i giallorossi sbloccano il match con Cristante (37'), poi Djuricic (57') nella ripresa pareggia i conti. Nel recupero El Shaarawy decide il match con una perla al 91' dopo i pali di Abraham e Traore e tante parate di Rui Patricio e Consigli

LA PARTITA
Tre gol, due pali, tante parate ed emozioni a valanga. Roma-Sassuolo è uno spot per il calcio. Spettacolo puro. Senza tatticismi e con tanta voglia di fare risultato pieno. Al netto di una condizione fisica che ha trasformato il finale in una gara senza più schemi, è la Roma a centrare il bottino pieno al termine di un match giocato con coraggio e cattiveria agonistica. A decidere tutto è una stoccata di El Shaarawy nel recupero, ma per portare a casa i tre punti i giallorossi hanno potuto contare anche su un grande Pellegrini, un ottimo Cristante e su un super Rui Patricio, uomo chiave per dare solidità tra i pali ai giallorossi e rimanere in partita fino al recupero. Recupero invece fatale per il Sassuolo, che esce comunque dal terreno di gioco a testa alta, mostrando il solito piglio tattico e tante armi per far male. Dai soliti Boga e Berardi a Scamacca, passando per Traore e Frattesi.

All'Olimpico lo Special One in attacco si affida ad Abraham supportato da Zaniolo, Pellegrini e Mkhitaryan. Dionisi invece punta tutto su Raspadori prima punta con Berardi, Djuricic e Boga a rimorchio. Disposte a specchio, le squadre si affrontano subito a viso aperto. Corta e compatta, è la Roma a iniziare meglio in mediana cercando il possesso con Veretout e Cristante e la profondità con Zaniolo e Mkhitaryan. Il Sassuolo però non trema, costruisce da dietro, allarga la manovra sugli esterni e prova a sorprendere la difesa giallorossa scavalcando il centrocampo con i lanci in verticale. Da una parte sono Abraham, Zaniolo e Karsdorp i più attivi, dall'altra tocca invece a Berardi e Boga far valere le loro qualità nell'uno contro uno. Tema tattico che lentamente aumenta il palleggio e la pressione neroverde. Pescato di tacco in area da Raspadori, Berardi prima impegna Rui Patricio di sinistro, poi segna di destro, ma Sozza annulla tutto con l'aiuto del Var. Occasioni che accendono un campanello d'allarme in casa Roma e costringono i giallorossi a reagire. Imbeccato da Karsdorp, Abraham spedisce a lato di poco con una bella girata di prima poi si procura una punizione al limite da cui arriva il guizzo che sblocca la gara. A rompere l'equilibrio ci pensa Cristante, bravo a concludere in rete uno schema confezionato col contagiri da Pellegrini. 

La ripresa si apre con l'ingresso in campo di Scamacca al posto di Raspadori, un sinistro largo di Berardi e un colpo di testa pericoloso di Ferrari. Più aggressivo, il Sassuolo prova ad aumentare i giri, la Roma invece prova ad addormentare il match abbassando il ritmo e tenendo palla. Karsdorp chiude bene su Boga, poi Scamacca testa i riflessi di Rui Patricio dal limite. Tentativi che innescano il forcing neroverde e portano al pareggio degli uomini di Dionisi. A rimettere tutto in equilibrio ci pensa Djuricic a due passi dalla linea dopo una bella giocata in area di Berardi. Rete che accende il match e la reazione della Roma. Dopo una parata di Consigli su Pellegrini, Abraham centra il palo, poi Chiriches devia in calcio d'angolo un destro a botta sicura ancora del trequartista giallorosso. Lampi che cambiano il match ed esaltano le giocate degli esterni e degli uomini di qualità. Da una parte Boga è devastante in campo aperto e Rui Patricio deve superarsi su Berardi. Dall'altra invece è Pellegrini che semina il panico nell'area neroverde mancando di poco il bersaglio grosso. Giocate che trasformano il match in un continuo batti e ribatti con rapidi capovolgimenti di fronte e grandi parate. Rui Patricio dice no a Boga, Consigli invece salva il risultato su Vina. Interventi che tengono la gara in bilico fino all'ultimo. Appena entrato in campo, Traore centra un palo, poi Consigli ferma Shomurodov e Pellegrini sfiora l'incorcio dei pali con un destro potente. Forcing che nel finale trascina la Roma e regala ad El Shaarawy la grande occasione di chiudere il match con un destro a giro che bacia il palo e fa esplodere l'Olimpico (con tanto di brivido per un gol annullato a Scamacca all'ultimo secondo) e correre sotto la curva lo Special One (alla millesima panchina). La Roma targata Mourinho dà spettacolo e viaggia a pieno regime.

LE PAGELLE
El Shaarawy 7,5: entra per dare qualità e spinta negli ultimi venti minuti e decide la gara con una perla a giro nel recupero facendo esplodere l'Olimpico e Mourinho. E' lui l'arma in più della Roma
Cristante 7: fa legna, corre e dà equilibrio in mediana. Tanto lavoro sporco e un gol di astuzia. Ottimo il tempismo con cui si inserisce sulla punizione col contagiri di Pellegrini e batte Consigli 
Pellegrini 7: fatica a entrare in partita sulla trequarti nel primo tempo, poi serve l'assist delizioso a Cristante beffando la difesa neroverde e nella ripresa aumenta i giri aumentado la qualità delle giocate e sfiorando il raddoppio in diverse occasioni
Rui Patricio 7: ordinaria amministrazione fino a metà della ripresa, poi due parate super a tu per tu prima con Berardi e poi con Boga
Raspadori 5: si muove in verticale cercando spesso il dialogo con Berardi, ma finendo spesso in fuorigioco. L'intensità c'è, ma non basta per scardinare la difesa giallorossa. Dionisi gli concede solo un tempo
Berardi 6,5: spinge e attacca, risultando il più pericoloso del Sassuolo. La gamba c'è, la mira un po' meno. Segna anche, ma Raspadori è in fuorigioco e Sozza annulla. Regala a Djuricic l'assist per il pareggio, poi si fa ipnotizzare da Rui Patricio
Djuricic 5,5: dovrebbe accendere la luce dietro a Raspadori, ma non riesce a trovare la posizione giusta per farsi trovare dai compagni e inventare. Nella ripresa segna il pareggio momentaneo, ma il merito è di Berardi
Boga 6,5: nel primo tempo va al trotto e si accende a sprazzi, nella ripresa in campo aperto le sue ripartenze sono devastanti, ma non riesce a centrare il bersaglio grosso

IL TABELLINO
ROMA-SASSUOLO 2-1
Roma (4-2-3-1): Rui Patricio 7; Karsdorp 6,5 (44' st Reynolds sv), Mancini 6, Ibanez 6, Vina 6,5; Cristante 7, Veretout 6 (29' st Carles Perez 6); Zaniolo 6 (29' st Shomurodov 6), Pellegrini 7, Mkhitaryan 5,5 (25' st El Shaarawy 7,5); Abraham 6. 
A disp.: Boer, Fuzato, Smalling, Villar, Calafiori, Borja Mayoral, Diawara, Darboe. All.: Mourinho 7
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 6,5, Toljan 6, Chiriches 6,5, Ferrari 6,5, Rogerio 6; Frattesi 6,5 (39' st Ayhan sv), M. Lopez 6; Berardi 6,5 (37' st Defrel sv), Djuricic 5,5 (39' st J. Traore 6,5), Boga 6,5 (44' st Kyriakopoulos sv); Raspadori 5 (1' st Scamacca 6,5).
A disp.: Pegolo, Goldaniga, Magnanelli, Peluso, Muldur, Harroui, Henrique. All.: Dionisi 5,5
Arbitro: Sozza
Marcatori: 37' Cristante (R), 12' st Djuricic (S), 46' st El Shaarawy (R)
Ammoniti: Ibanez, Cristante (R); Chiriches (S)
Espulsi: -

LE STATISTICHE
- La Roma ha vinto sei partite interne di fila in tutte le competizioni per la prima volta da dicembre 2017 (sette in quel caso).
- Quello di Stephan El Shaarawy (90:44) è il gol più tardivo della Roma in Serie A dallo scorso febbraio (Pedro v Udinese a 92:01), mentre è il gol vittoria più tardivo dei giallorossi nella competizione dallo scorso gennaio (Pellegrini v Spezia 91:13).
- Con questa sconfitta il Sassuolo ha interrotto una serie di cinque successi consecutivi in trasferta in campionato – primo ko esterno per i neroverdi in Serie A dallo scorso aprile (v Inter).
- Filip Djuricic ha preso parte a tre dei primi quattro gol segnati dal Sassuolo in questo campionato (due reti, un assist).
- La Roma è diventata, dopo il Verona, la seconda squadra contro cui Filip Djuricic è andato a bersaglio sia in casa che in trasferta in Serie A.
- Quello di Bryan Cristante è il quarto gol in Serie A contro il Sassuolo - neroverdi che già prima di oggi erano la sua vittima preferita nella competizione.
- Tutte le ultime cinque reti messe a segno da Bryan Cristante con la Roma considerando tutte le competizioni, sono state realizzate in casa.
- 11 dei 14 tiri del Sassuolo in questa gara sono stati effettuati nel corso della ripresa (il 79%).
- José Mourinho ha collezionato la sua panchina numero 1000 in carriera, considerando tutte le competizioni; 638 di questi incontri sono terminati con un suo successo (il 64%).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments