Roma, per Pallotta in arrivo un socio da 4,2 miliardi di dollari

Emissari della compagnia americana 'The Friedkin Group' sono nella Capitale per avviare le trattative

  • A
  • A
  • A

Il 504° uomo più ricco al mondo (patrimonio personale stimato in 4,2 miliardi di dollari), è interessato a entrare nella Roma. Il gruppo Friedkin fa sul serio, è interessato e mira a diventare l'azionista di maggioranza del club giallorosso. Emissari di Dan Friedkin, 54 anni proprietario del gruppo texano che distribuisce il marchio Toyota in esclusiva in cinque stati americani, sono sbarcati nella Capitale e nei giorni scorsi si sono incontrati con dei rappresentanti del club giallorosso e di Pallotta in Italia, La trattativa è entrata nel vivo. 

L’intenzione dell’uomo d'affari americano, si legge sulle pagine de Il Messaggero, sarebbe quella di entrare con la sua compagnia texana nel club giallorosso: in qualità di partner del presidente giallorosso o addirittura come nuovo azionista di maggioranza, rilevando le quote del presidente giallorosso. 

Da mesi ormai, come spiega Il Tempo, Goldman Sachs offre agli investitori sul mercato internazionale la possibilità di entrare nella società giallorossa ( "rara opportunità di possedere e controllare uno dei più prestigiosi club calcistici, sinonimo della città di Roma" si legge nel 'teaser') e, nonostante Pallotta cerchi soci di minoranza che partecipino all'aumento di capitale da 150 milioni di euro già varato, Friedkin mirerebbe a diventare il proprietario della Roma e una volta ricevuto il dossier da Goldman Sachs ha manifestato un interesse concreto.

A quanto pare non sarebbe ancora in corso la due diligence (a rappresentare la compagnia texana c’è Jp Morgan), ma i legali di Friedkin avrebbero già incontrato il management di Pallotta per conoscere meglio la situazione della società giallorossa. L’obiettivo del potenziale acquirente sarebbe quello di entrare nella AS Roma SPV LLC, la controllante del club giallorosso con sede nel Delaware che ha una ventina di soci. 

Resta da capire se la quota con cui entrerà sarà bassa e quindi non cambierà l’attuale governance del club, che ora che il progetto stadio a Tor di Valle è vicino all'approvazione finale è stato valutato da Pallotta tra gli 800 milioni e il miliardo di euro, o se invece Friedkik decida di prendersi in breve tempo la maggioranza delle quote liquidando direttamente Pallotta. Negli studi legali romani se ne sta già parlando.

Vedi anche Dall'Inghilterra: Al Thani vuole il Napoli, offerti 560 milioni a De Laurentiis napoli Dall'Inghilterra: Al Thani vuole il Napoli, offerti 560 milioni a De Laurentiis

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments