RIVOLUZIONE ROMA

Roma, Mourinho: "Vincere è nel mio Dna". Costanzo: "Insieme ci troveremo bene. Chiamerò Totti"

Il noto giornalista, di fede giallorossa, nuovo responsabile delle strategie di comunicazione

  • A
  • A
  • A

Il 6 luglio è ancora lontano ma la voglia di Roma di Josè Mourinho è tanta. Lo dicono i suoi messaggi social, che fanno già sognare in grande i tifosi giallorossi. Mou non vede l'ora di tornare in Italia per stupire ancora: "La voglia di vincere è nel mio dna. Io non ho mai conosciuto una persona che ha più voglia di vincere e più passione di me. Sono fatto così", ha detto il tecnico portoghese in una lunga intervista al 'Times'. "Come faccio a ottenere il massimo dai giocatori? "È facile quando i giocatori, la società e lo staff condividono i tuoi valori. Alcuni allenatori multano chi si presenta in ritardo, io no. Voglio semplicemente che certe cose non avvengano. Se tutto l’ambiente condivide questa mia priorità allora non è necessario punire chi sgarra".

Chi non ha ancora sentito Mourinho e lo incontrerà a luglio è Maurizio Costanzo, da sempre grande tifoso della Roma e ora nuovo responsabile delle strategie comunicative della società giallorossa: "Ci annuseremo e cominceremo a parlare, sono sicuro che troveremo insieme la strada giusta da percorrere. Poi ognuno fa il suo mestiere”, ha detto alla 'Gazzetta dello Sport'. "Il suo mestiere lui lo fa benissimo, è lo Special One e la Roma ingaggiandolo ha fatto davvero un gran colpo". Poi su Francesco Totti: "Lo chiamerò presto".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments