QUI ROMA

Roma, Mourinho: "Scatto in avanti per la mentalità, grande vittoria"

Il tecnico giallorosso: "Abbiamo battuto una big, bravi tutti perché hanno saputo soffrire"

  • A
  • A
  • A

Quattro gol e tre punti in casa dell'Atalanta. La Roma di Mourinho torna dalla trasferta di Bergamo con soddisfazione e nuove certezze: "Ho visto la più bella Roma della stagione, la squadra è stata forte sotto tutti i punti di vista - ha commentato il tecnico giallorosso a fine partita -. Abbiamo giocato consapevoli del pericolo e con grande sacrificio di tutti".

La Roma è tornata a vincere contro una big in campionato: "Erano 19 mesi che non ci riuscivamo - ha ricordato Mourinho -, ora possiamo guardare avanti". Il tecnico giallorosso però è realista: "Una cosa è fare cambi di squadra, un'altra è essere sempre in emergenza. Per fare punti in queste partite non serve solo un lavoro tattico, ma serve quel carattere che oggi tutti hanno avuto". Poi una battuta: "Terremoto? Non l'ho sentito, ma ho detto ai ragazzi scherzando che saremmo dovuti essere noi oggi il terremoto a Bergamo".

Protagonista Abraham con una doppietta: "La mia preoccupazione per Tammy non sono mai stati i gol, so che li farà. Quello che mi interessa è che lui interpreti lo spirito della Roma, perché viene da un campionato e da squadre abituate a dominare il gioco. Qui è diverso, qui deve lavorare di più. I gol poi li farà" ha commentato Mourinho a Dazn.

Il tecnico portoghese ha poi visto un'evoluzione: "Questa è una squadra che pensava di non essere brava a soffrire. Oggi lo ha fatto, stiamo crescendo anche in questo e il gol subito a fine primo tempo poteva farci male come in passato. Invece siamo rientrati forti e concentrati, abbiamo fatto un passo avanti nella mentalità della squadra".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti