VERSO SASSUOLO-ROMA

Roma, Fonseca: "Florenzi via per giocare di più. Kalinic rimane"

Il tecnico giallorosso alla vigilia del Sassuolo: "Perez, Villar e Ibanez sono convocati"

  • A
  • A
  • A

E' vigilia di Sassuolo-Roma, ma in casa giallorossa a tenere banco è l'addio di capitan Florenzi. "E' un grandissimo professionista, è stato sempre qui con grande atteggiamento. Abbiamo parlato, il giocatore vuole giocare di più e io questa cosa non posso prometterla a nessuno - ha spiegato Fonseca -. Ha avuto questa possibilità del Valencia ed è andato per propria volontà". Su Kalinic: "Rimane". Sui nuovi arrivi: "Perez, Villar e Ibanez sono convocati".

lapresse

"Onestamente, quello che è successo è per la voglia di Florenzi di giocare di più. C’è l’Europeo, il giocatore ha parlato con me e con la società di questa possibilità e penso che sia stata una buona soluzione per Florenzi, ma non abbiamo pensato al futuro - ha aggiunto l'allenatore portoghese incalzato su Florenzi -. E’ un prestito di quattro mesi e dopo vediamo qual è il rendimento del giocatore, anche in Nazionale e dopo vediamo. In questo momento non abbiamo pensato alla prossima stagione. Io ho parlato con Florenzi e gli ho detto questo: è una persona con cui ho avuto sempre una buona relazione, una relazione da capitano, di un grande professionista, ho una grande ammirazione per il suo atteggiamento. Io capisco come è il calcio. Il calcio è questo: oggi è Florenzi, domani è un altro giocatore. Il calcio è così. Io devo pensare sempre al presente e al futuro, alla soluzione per la squadra e devo dire che ho desiderato e desidero il meglio per Florenzi, perché alla fine quello che è importante non è se ha fatto 10 o 15 partite, ma la mia relazione con la persona. E in questo io posso dire che non ho avuto nessun problema. Io desidero di cuore che Florenzi possa essere molto, molto felice”.

Fonseca annuncia che Kalinic resterà. "Non è facile trovare un attaccante in questo momento, far arrivare un altro attaccante in questo momento non è facile. Un attaccante di qualità ha bisogno di tempo per adattarsi al nostro modo di giocare. Se cambiamo è per uno pronto per giocare e non è facile trovarlo in questo momento". Così come Cetin, che piace al Verona. "No, non va via. Io mi sento sicuro. Santon è in buon momento, Peres sta migliorando tutti i giorni ed è molto forte offensivamente, Cetin non è un terzino ma ci può giocare. Abbiamo bisogno di difendere meglio, Spinazzola può giocare a destra: a lui non piace giocare a destra, ma se abbiamo bisogno ci può giocare. Abbiamo quattro soluzioni in questo momento”.

Subito convocati gli ultimi arrivati. “Perez, Villar e Ibanez sono nella lista dei convocati. Non giocheranno dall’inizio, ma possono subentrare a partita iniziata. Non si sono allenati molto con la squadra, ma abbiamo parlato con loro e possiamo avere questa necessità di far giocare qualcuno dei nuovi”.

A Reggio Emilia la Roma va a caccia di conferme dopo l'ottimo derby. “Devo dire che il Sassuolo è una squadra che mi piace di più. Mi piace il coraggio di questa squadra, ha qualità offensiva, è una squadra che se la lasciamo giocare può essere difficile per noi. Spero in una partita aperta, siamo due squadre che vogliono giocare e attaccare. E’ una partita molto difficile per noi perché il Sassuolo ha molte qualità offensive”.

Contro la Lazio è stata ancora evidente la mancanza di cattiveria sotto porta. "La squadra crea sempre molte occasioni. Sono onesto: questa capacità di scegliere l’ultimo passaggio ce l’hanno i giocatori più esperti. Under e Kluivert sono giovani, con il tempo miglioreranno la capacità di decisione. Devo dire che la squadra crea, ha molte occasioni per fare gol. Lavoriamo molto sulla questione perché va migliorata con il lavoro”.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments