VERSO NAPOLI-ROMA

Napoli, Spalletti: "Meno chance per lo scudetto, ma per noi non cambia nulla"

"Le vittorie di Milan e Inter non modificano la situazione. Con la Roma dobbiamo vincere. Mertens e Osimhen possono giocare insieme"

  • A
  • A
  • A

Dopo le vittorie di Inter e Milan, il Napoli non ha più margini d'errore contro la Roma per restare in scia nella lotta per lo scudetto. "Potevamo provare a non perdere la partita precedente, ma quella sconfitta ha ridotto le nostre possibilità di lottare per il titolo - ha spiegato Spalletti -. Le vittorie di Milan e Inter però non cambiano nulla per noi". "Le nostre intenzioni restano le stesse e dobbiamo vincere contro la Roma", ha aggiunto. 

© Getty Images

Vedi anche Plusvalenze, il legale del Napoli: "Osimhen pagato troppo? Semmai troppo poco..." napoli Plusvalenze, il legale del Napoli: "Osimhen pagato troppo? Semmai troppo poco..."

"Noi non possiamo giocare le partite degli altri, diventa pericoloso spendere energie nelle partite degli altri", ha continuato il tecnico del Napoli commentando le vittorie dei nerazzurri e dei rossoneri. "E' un'insidia per noi, come noi per loro - ha proseguito parlando invece del big match contro la Roma -. Vincerà la squadra che si sentirà più minacciata, che avrà la percezione del pericolo, quella che sarà più esecutiva nei comportamenti da avere nella gara. Non si vince con i 'forza, dai, andiamo', ma facendo ciò che si deve fare contro un avversario forte".

Quanto alle mosse per provare a battere la Roma, Spalletti non esclude la possibilità di far giocare insieme Osimhen e Mertens. "E' possibile, hanno già giocato, anche nel secondo tempo con la Fiorentina c'erano Mertens ed Osimhen - ha spiegato il tecnico azzurro -. Quando la partita era in pari loro c'erano, poi in alcuni momenti ci siamo allungati e c'erano loro due". "Ruiz? Sta molto meglio e sta tornando al top, ha meno fastidio per questa pubalgia. E' uno che si può scegliere dall'inizio", ha continuato parlando ancora della possibile formazione e aggiungendo poi altri dettagli sui singoli. "Di Lorenzo non ci sarà, la prossima sì - ha spiegato Spalletti -. Petagna ha reagito bene per ora e quindi si valuterà domani, ma le indicazioni sono positive". "Zielinski sta bene, ho visto un buon allenamento anche oggi - ha aggiunto -. Gli allenamenti sono stati buoni, tutti a buon livello, poi nelle ultime sessioni si abbassa il volume del lavoro e si va con cose più corte per la brillantezza".

"La fase di possesso è la nostra forza, se teniamo palla non si prende gol, se diamo il pallino agli avversari è più facile avere difficoltà perché non abbiamo una squadra da urto, d'impatto, ma di fantasia, tecnica", ha spiegato Spalletti. "Qualcosa da rimproverarmi? Sì, queste partite casalinghe dove potevamo saltare addosso alla classifica e invece abbiamo avuto difficoltà - ha aggiunto .- Questa è la cosa che mi ha dato più da pensare, ma quando sembra molto difficile c'è sempre il futuro che è aperto e possiamo giocarci le chance rimaste". "Non abbiamo mai gestito niente e mai lo faremo, proprio per infondere suggestione siamo sempre andati avanti guardando in faccia tutti con l'obiettivo di fare la gara e vincere - ha continuato -. E proprio per questo, nel tentativo di creare una mentalità vincente, ne abbiamo persa anche qualcuna".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti