QUI NAPOLI

Napoli, Spalletti: "È dura ogni tre giorni, giocano sempre gli stessi"

L'allenatore dei partenopei: "Non ci sono note positive"

  • A
  • A
  • A

Amarezza e delusione per Luciano Spalletti dopo la sconfitta contro la Fiorentina in Coppa Italia: "Note positive? Non ce ne sono, tutto abbastanza complicato come gestione. Sono gli stessi calciatori che hanno giocato tre giorni fa, chi è entrato veniva da dieci giorni fermo. Tra tre giorni giocheremo con molti di questi, è un momento dove sia accavallano tante partite e mancano giocatori. Se fosse possibile avere forze fresche contro il Bologna ti tireresti fuori da quelle complicazioni che ti porta aver giocato 120 minuti, molti in inferiorità numerica".

Sulla partita: “Non siamo stati così bravi e non siamo riusciti in superiorità numerica a gestore bene la partita, non siamo stati bravi a direzionarla mentre invece la Fiorentina l’ha gestita abbastanza bene e poi da un episodio ha trovato il vantaggio". Match condizionato anche da due espulsioni: "Le ho riviste, ma non ci voglio entrare perchè diventa difficile. Lozano tenta di togliere il piede, è un pestone lieve. A volte non capisco se la prima ammonizione di Fabian e l’entrata di Duncan abbiano lo stesso valore. Ma potevamo fare la partita ed eravamo in superiorità numerica. La prima responsabilità è nostra".

Ora Osimhen è pronto a tornare: "Lunedì verrà con noi, c’è da valutare bene quello che può essere un suo utilizzo corretto e la possibilità che possa essere in condizione".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti