ALTA TENSIONE

Napoli in campo dopo la bufera: aria di contestazione al San Paolo 

Ostacolo Genoa per gli azzurri dopo l'ammutinamento in Champions: assenti Allan, Manolas e Ghoulam

  • A
  • A
  • A

Dopo l'insubordinazione alla fine della gara col Salisburgo, le polemiche, la dura replica della società e gli striscioni al veleno, il Napoli torna in campo. E per la banda di Ancelotti non sarà una ripartenza facile. Soprattutto perché gli azzurri dovranno fare i conti non solo con il Genoa a caccia di punti, ma anche con i tifosi. Al San Paolo c'è aria di contestazione e si preannuncia alta tensione. La decisione di Insigne & Co. di non andare in ritiro come previsto dal club ha lasciato il segno e servirà una grande prova per spazzare via ombre, musi lunghi e critiche.

Ancelotti

Vedi anche Napoli, anche motivi di mercato dietro la rivolta napoli Napoli, anche motivi di mercato dietro la rivolta Tutto al netto anche di alcune assenze importanti. Contro il Grifone, Ancelotti non potrà contare infatti su Allan, Manolas e Ghoulam. Ma la questione tecnica resta piuttosto sullo sfondo in questo momento complicato a Napoli. A pesare ora è più l'aspetto ambientale e la necessità di lanciare un segnale forte e chiaro alla tifoseria e al presidente, decisamente infastiditi dall'atteggiamento assunto dai giocatori dopo il pareggio in Champions. L'impressione è che il San Paolo non abbia alcuna intenzione di perdonare nulla ai calciatori, lasciando al campo l'unica replica possibile.

E proprio dal campo Ancelotti vuole ripartire, cercando di far tornare la situazione alla normalità e di mettersi subito alle spalle la questione con una bella vittoria. Obiettivo alla portata. Soprattutto se Insigne & Co. riusciranno a scacciare le tensioni e a battere non solo il Genoa, alle prese con una classifica complicata e costretta a rinunciare al gioiellino Kouamé impegnato in Coppa d'Africa, ma anche l'ira del San Paolo. Una partita da trattare con le pinze per il Napoli, chiamato a dare una risposta immediata e a smorzare la probabile contestazione con i gol. Numeri alla mano, del resto, la squadra di Ancelotti ha bisogno di vincere per non perdere ulteriore terreno in classifica e restare aggrappata al treno delle "prime della classe". Dopo l'ammutinamento, a Napoli l'aria è tesa. E la gara col Genoa potrebbe già segnare indelebilmente il futuro.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments