Napoli, Ancelotti: "Abbiamo giocato con timore, ora testa all'Arsenal"

"Ho un gruppo sano, contro i Gunners daremo tutto e avremo bisogno del nostro pubblico"

  • A
  • A
  • A

Carlo Ancelotti ha commentato il 3-1 del Napoli contro il Chievo che ha condannato alla Serie B i clivensi e rinviato la festa scudetto della Juventus: "E' una vittoria che ci toglie un po' di peso, abbiamo giocato con applicazione ma anche con molta tensione - ha ammesso il tecnico azzurro dopo i recenti risultati negativi -. Il raddoppio di Milik ha sbloccato un po' tutto, questo successo ci servirà per preparare al meglio la sfida con l'Arsenal".
La squadra alla vigilia si è riunita per uscire dal momento complicato: "I giocatori si riuniscono spesso. Si soffre tutti insieme, dalla società ai giocatori fino allo staff. E' importante restare uniti e ribadisco che questo è un gruppo molto sano che ha vissuto un momento complicato. Contro l'Arsenal mi aspetto un grande aiuto dal San Paolo e noi ci proveremo con tutte le nostre forze".
Contro il Chievo nessun turnover: "Volevo una formazione affidabile dal punto di vista caratteriale e non cambiare troppo per evitare scompensi. E' vero che abbiamo avuto qualche difficoltà fisica, anche se i ragazzi hanno reagito bene".
All'Emirates qualcosa è andato storto nei piani di Ancelotti: "L'Arsenal ci ha sorpreso nella pressione e noi ci siamo ostinati a voler uscire palla al piede. Nel secondo tempo i Gunners sono stati meno aggressivi e più attendisti, credo che giocheranno così a Napoli e avremo le nostre possibilità. Dobbiamo affrontarli molto di più in verticale".
Per Milik è arrivato il ventesimo gol in stagione, il numero 17 in Serie A: "Nonostante non abbia giocato tutte le partite ha dei numeri impressionanti. E' uno dei top tra gli attaccanti, finalmente staremo tranquilli sul mercato. Può giocare con Mertens e Insigne".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments