NAPOLI

De Laurentiis, parla l'avvocato: "Siamo sereni, tutto si risolverà in sei mesi"

Il patron del Napoli è indagato per falso in bilancio nel quadro del trasferimento di Victor Osimhen dal Lille

  • A
  • A
  • A

In un'intervista per il programma "Si Gonfia la Rete" su Radio Marte, il legale di Aurelio De Laurentiis Fabio Fulgeri ha tranquillizzato la piazza napoletana circa le recenti accuse di falso in bilancio che hanno coinvolto il presidente del Napoli assieme a sua moglie Jacqueline Baudit, il figlio Edoardo e la figlia Valentina nell'ambito del trasferimento di Osimhen. Fulgeri ha presenziato alle perquisizioni delle autorità in sede, e ribadisce: "Direi che la società è assolutamente serena, la vicenda è stata trattata in sede di giustizia sportiva e ci ha dato un esito favorevole in due circostanze".

Vedi anche Napoli, De Laurentiis indagato per falso in bilancio nell'affare Osimhen napoli Napoli, De Laurentiis indagato per falso in bilancio nell'affare Osimhen Fulgeri ha poi continuato: "Noi come legali siamo sereni. Si tratta di accuse collegate alla possibilità che alcune poste in particolare quelle relative all’acquisto di Osimhen e dei 4 calciatori non sarebbero corrette nei valori perché l’operazione sarebbe in ipotesi almeno in parte non reale, oggettivamente inesistente".

Il legale conferma la piena fiducia nel processo d'indagine: "C’è grande serenità anche nei confronti dei magistrati: sono persone molto serie e competenti, sapranno valutare la realtà delle cose". Del resto, il processo in sede sportiva aveva dato ragione a De Laurentiis e agli altri club di Serie A: "Non credo che verranno ascoltati presidente e calciatori perché sono questioni documentali, poi sono valutazioni che lasciamo ai magistrati", ha precisato Fulgeri.

Per archiviare l'accusa, afferma Fulgeri, è una questione di mesi: "Certe questioni non si risolvono in un mese o in un paio di mesi. Credo che questa vicenda si prolungherà minimo sei mesi. I fatti sono quelli, non c’è nulla di nuovo, al di là del procedimento a carico dei vertici del Lille".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti