Serie A: Parma-Milan 1-1, Bruno Alves frena Gattuso

Il difensore portoghese trova il pari con una splendida punizione a 3' dalla fine. Non basta il gol di Castillejo ai rossoneri per allungare sul quinto posto

  • A
  • A
  • A

Sbatte contro Bruno Alves la rincorsa al quarto posto Champions del Milan. I rossoneri non vanno oltre l'1-1 sul campo del Parma al termine di una gara piuttosto equilibrata. Primo tempo sotto tono anche a causa del grande caldo con i rossoneri che gestiscono il pallone e i ducali più pericolosi in zona gol. Ripresa più vibrante: Gattuso osa inserendo Cutrone (per Bakayoko) e Castillejo (per Conti) e trova il vantaggio al 70'. All'87', però, Bruno Alves infila Donnarumma su punizione complicando la corsa Champions di Gattuso.

LA PARTITA Stavolta le ha provate tutte, ma tutte davvero: difesa a quattro, poi a tre, centrocampo a tre, poi a quattro, due trequartisti, due punte. Tutto. Mancava solo che entrasse lui e avesse potuto, c'è da giurarci, lo avrebbe fatto in quel finale diventato così complicato e forse fatale. Se c'era uno che voleva vincere davvero, a tutti i costi, era Rino Gattuso. Solito viso tirato, ma decisioni sagge, intelligenti, non ci fosse stata quella punizione di Bruno Alves a tre minuti dalla fine anche decisive. Eppure niente. Il Milan torna da Parma con un punto che vale poco, che sposta di un niente una classifica che sarà precaria fino all'ultimo secondo dell'ultima giornata e che, forse, ha perso un'altra occasione importante per fare uno scatto decisivo in zona Champions.

Non è stato un bel Milan, chiariamolo. Faceva caldo, e questo può essere un piccolo alibi, ma dato che di alibi Gattuso non ne vuole - detto e ridetto -, allora bisogna pensare che ci sia un problema di spinta emotiva, quella che Rino ha provato a buttare in campo, come detto, in ogni modo, ma che non è stata evidentemente sufficiente. Passo spesso senza cambi di velocità, circolazione della palla lenta e prevedibile, il tutto nonostante l'evidente crescita fisica di Suso e nonostante una formazione, da metà ripresa in poi, molto offensiva, con Castillejo, Piatek, Calhanoglu, Suso, Cutrone e Borini simultaneamente in campo e il solo Kessie a lavorare a protezione della difesa. 

D'altro canto il Parma, che cercava punti buoni a guadagnarsi un finale di stagione sereno, ha fatto la gara che doveva fare. Ha aspettato il Milan ed è ripartito. Benissimo nel primo tempo, con qualche difficoltà in più nella ripresa. Ma non ha rubato nulla, anzi. A conti fatte le occasioni più pericolose sono della banda di D'Aversa (Kucka, due volte; Siligardi palo; Ceravolo di testa oltre al gol di Bruno Alves), che si è ricordata di non essere ancora salva e ha ripreso a lavorare come a inizio stagione. Poteva perdere, perché andare sotto a venti minuti dalla fine può anche spezzarti le gambe, e invece ha avuto la forza di rialzarsi, nonostante le nuove correzioni tattiche di Gattuso e l'inserimento in corpertura di Biglia (disastroso, purtroppo).

Fatto sta che il risultato è giusto, ma è sbagliatissimo nella corsa Champions del Milan. Che ancora una volta non può regalarsi una giornata serena e deve aspettare i risultati degli altri prima di rituffarsi in quel che resta della stagione. La semifinale di ritorno di Coppa Italia, intanto, mercoledì. Per nulla scontata nonostante il buon 0-0 dell'andata dell'Olimpico. Poi il Torino in trasferta. Un passo alla volta, come sempre. Sapendo che se era dura ieri, da oggi lo è un po' di più.

LE PAGELLE Donnarumma 6 – Due parate importanti al rientro dall'infortunio, ma anche un errore che poteva costare carissimo. Un po' in ritardo nell'uscita su Ceravolo, si fa anticipare da Siligardi in occasione del palo

Piatek 5.5 – Primo tempo assolutamente anonimo, in parte, ma solo in parte perché mal accompagnato dalla squadra. Con l'ingresso di Cutrone cresce ed entra nel vivo del gioco.

Suso 7 – Dà segni di ripresa importanti e impreziosisce la sua prestazione con l'assist al bacio per Castillejo. La sua crescita è fondamentale per questa parte finale della stagione

Castillejo 7 – Entra al posto di Conti e il Milan si sveglia. Bravo come quarto di un centrocampo del tutto inedito, bravissimo (e in parte fortunato) nel colpo di testa su cross di Suso che beffa Sepe

Gattuso 7 - Stavolta legge benissimo la partita e se la gioca con coraggio con due cambi difficili e, alla resa dei conti, decisiva. Il passaggio al 3-4-1-2 permette al Milan di rendersi maggiormente pericoloso e l'inserimento di Castillejo per Conti lo premia con il golBruno Alves 7 – Sempre sicuro al centro della difesa e partecipe nella costruzione del gioco anche se a volte esagera con le palle lunghe sulla punta. La punizione con cui trova il pareggio è una meraviglia

Kucka 6.5 – Primo tempo da ex avvelenato impreziosito da una rovesciata da copertina che esce di un niente. Sempre nel vivo del gioco, pericoloso negli inserimenti, rognoso in fase di copertura. Il suo destro alto a dieci minuti dalla fine mette i brividi al suo ex pubblico

IL TABELLINO PARMA-MILAN 1-1
Parma (3-5-2):
Sepe 6; Iacoponi 6, Alves 7, Gagliolo 5.5, Dimarco 6 (26' st Siligardi 6); Kucka 6.5, Scozzarella 6 (46' st Stulac sv), Barillà 6; Gazzola 6.5, Ceravolo 5.5 (31' st Sprocati 6), Gervinho 5.5. A disp.: Brazao, Frattali, Bastoni, Gobbi, Dezi, Diakhate, Machin, Rigoni, Schiappacasse. All.: D'Aversa 6
Milan (4-3-3): G. Donnarumma 6; Conti 5.5 (21' st Castillejo 7), Zapata 6.5, Romagnoli 6, Rodriguez 5.5; Kessie 5.5, Bakayoko 6 (14' st Cutrone 6), Calhanoglu 6 (30' st Biglia 5); Suso 7, Piatek 5.5, Borini 5.5. A disp.: A. Donnarumma, Reina, Calabria, Caldara, Abate, Laxalt, Musacchio, Bertolacci, Biglia, Paquetá, Castillejo. All.: Gattuso 7
Arbitro: Valeri
Marcatori: 25' st Castillejo (M); 42' st Bruno Alves (P)
Ammoniti: Biglia (M)
Espulsi: -

LE STATISTICHE • Parma e Milan hanno pareggiato una sfida, dopo che solo uno degli ultimi 13 incontri in Serie A era terminato in parità.

• Dopo aver trovato tre vittorie nelle prime quattro trasferte del 2019 in campionato (1N), il Milan non ha vinto alcuna delle ultime tre gare esterne nella competizione (1N, 2P).

• Nessun difensore ha segnato più gol su calcio di punizione diretto di Bruno Alves nel Top-5 campionati europei in corso (due).

• Il Parma ha segnato in tutte le ultime otto sfide di Serie A contro il Milan: la striscia realizzativa più lunga contro in rossoneri dal 2001 (10 partite a segno in quel caso).

• In tutte le ultime otto sfide di Serie A tra Parma e Milan, entrambe le squadre hanno trovato la via del gol - 34 reti totali.

• Il Parma ha trovato la via del gol col suo unico tiro nello specchio dell'incontro.

• Il Parma nelle ultime nove sfide casalinghe non ha mai segnato più di un gol nella singola partita in campionato.

• Terzo gol per Samu Castillejo in questo campionato, con le ultime due reti arrivate in trasferta.

• Suso ha fornito un assist, dopo non aver preso parte attiva ad alcun gol nelle ultime 10 partite disputate in campionato.

• Bruno Alves ha preso parte attiva a tre gol (due reti, un assist) nelle sue ultime cinque partite disputate in campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments