VERSO SHAMROCK-MILAN

Milan, Pioli: "Vogliamo i gironi. Ibra recuperato, Tonali l'ho trovato pronto"

Il tecnico rossonero alla vigilia della sfida di Europa League con lo Shamrock: "Squadra tosta, non diamo nulla per scontato"

  • A
  • A
  • A

Stefano Pioli è pronto ad affrontare la prima partita stagionale, il secondo turno preliminare di Europa League contro lo Shamrock Rovers: "C'è tanta emozione per l'inizio della nuova stagione e per la possibilità di completare un percorso cominciato l'anno scorso. I preliminari sono solo l'inizio e noi vogliamo arrivare ai gironi - ha detto il tecnico rossonero in conferenza stampa - Noi favoriti? Non diamo nulla per scontato, non sarà il nostro approccio. Conosciamo le difficoltà e sappiamo di affrontare un avversario che gioca un calcio moderno e che arriva da 13-14 partite ufficiali, fisicamente possono stare meglio di noi". Nessuno sbilanciamento sull'undici titolare:, ma la certezza che Zlatan Ibrahimovic sarà del match: "Abbiamo qualche assenza importante, giocherà chi sarà pronto. Ibra è completamente recuperato. Ragazzi come Tonali, Diaz e Tatarusanu sono arrivati da poco, ma hanno già le idee chiare...".

Sulla condizione della squadra dopo la breve pausa

"I giocatori avevano bisogno di staccare. Abbiamo preferito concedergli qualche giorno di riposo in più, soprattutto per un discorso ambientale. Abbiamo giocato tante gare ravvicinate, ma li ho trovati subito bene dal punto di vista mentale. Quando stai bene dove lavori sei più portato al sacrificio e in queste tre settimane posso dire che tutti gli allenamenti e tutte le amichevoli li abbiamo affrontati con lo spirito giusto".

Sul rapporto tra il Milan e l'Europa

"È sempre stato l'habitat naturale di questa società così gloriosa. L'obiettivo di tornare in Champions è quello principale. Noi siamo pronti e consapevoli delle difficoltà. Ora però dobbiamo pensare a domani. Lo Shamrock sta bene, è una squadra intensa, dovremo approcciare bene alla gara e stare concentrati per tutti i 95 minuti".

Su Ibrahimovic

"Ha recuperato completamente, sta molto bene mentalmente ed è partecipe come sempre. L'ho ritrovato così com'è, competitivo e disponibile al massimo".

Su Tonali

"È un ragazzo giovane, ma maturo e pronto. Ha già fatto intravedere le sue caratteristiche e la sua forza di volontà, è molto felice di essere qui".

Su Donnarumma

"Ieri gli ho fatto i complimenti per la sua presenza, la sua disponibilità, per come affronta ogni singolo momento a Milanello, con voglia e positività. Per me non è assolutamente una sorpresa. È maturo, è pronto, la sua crescita è costante".

Su Colombo come vice-Ibra

"In Italia siamo un po' strani. Quando non diamo spazio ai giovani accusiamo le società, quando troviamo dei giovani promettenti, si cercano degli altri vice. Credo di essere completo in attacco, anche se domani avremo qualche problema in assenza di Rebic e Leao".

Sul mercato fin qui

"È cominciato nettamente in anticipo e la società ha voluto dare continuità a quanto fatto l'anno scorso. Sono segnali molto importanti, sono molto soddisfatto dei giocatori che ho a disposizione. Il mercato è ancora lungo, ma io e la squadra dobbiamo pensare solo alla partita di domani e ai prossimi impegni. Speriamo di avere un avvio competitivo, poi alla sosta di ottobre tireremo le somme anche sul mercato. Se dipenderà dall'Europa League? Certo sarebbe una stagione diversa in un senso o nell'altro. Noi però dobbiamo passare tre turni preliminari e prima dobbiamo pensare alla partita di domani. Ai primi 95 minuti ed eventualmente oltre. Aspettiamoci ritmo, difficoltà, dovremo giocare con molta lucidità e molta qualità tecnica, questa squadra ha qualità importanti che domani dovremo mettere in campo".

Sul dialogo con la dirigenza

"Queste settimane ci hanno permesso di confrontarci ancora di più per scegliere le situazioni migliore per il Milan. Questo è un passo utile, che può dare sviluppi importanti".

Sull'approccio offensivo

"Col nostro modo di giocare dobbiamo continuare a pensare in positivo ed essere molto pericolosi. È il nostro modo di stare in campo. Sappiamo che ci sono tante situazioni che possiamo sviluppare con maggior lucidità, ma la voglia di andare dentro l'area e verticalizzare deve essere una costante".

Sull'importanza del gruppo

"Questo è un gruppo di ragazzi che sente la responsabilità di questa maglia. Gioca con un grande senso di appartenenza, con la felicità di stare qui tutti i giorni. È un segnale importante. Credo che i nostri tifosi potranno essere molto contenti di vedere una squadra che darà tutto quello che ha. La squadra è molto compatta e positiva, come dice spesso Zlatan: "Giochiamo con fiducia, giochiamo da Milan'".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments