IL LEADER

Milan, Kjaer: "Pioli perfetto per me, dobbiamo credere allo scudetto"

Il difensore danese: "Siamo giovani solo sulla carta d'identità, abbiamo dimostrato di essere una grande squadra"

  • A
  • A
  • A

Simon Kjaer non si tira indietro: idee chiare, voglia di arrivare in alto ma senza spavalderia. Se Ibrahimovic ha sistemato i problemi in attacco, il danese ha dato una grossa mano in difesa: "Maldini e Massara mi hanno portato al Milan per avere voce in spogliatoio e aiutare i più giovani. Do una mano, mi sento leader in campo e in allenamento". Tanto da non aver paura a pronunciare la parola scudetto: "Siamo in testa, per cui possiamo vincere. Non deve diventare un'ossessione ma un obiettivo perché siamo il Milan".

Kjaer racconta come la seconda parte della scorsa stagione sia servita a formare il gruppo attualmente in testa alla Serie A: "Sono arrivato in un momento complicato ma sapevamo che c'era qualità. Ora i risultati arrivano e c'è entusiasmo: ma ricordiamoci che non ci vuole molto a tornare indietro. Sfruttiamo l'esperienza accumulata negli ultimi sei mesi, ci ha fatto maturare. Ormai siamo giovani solo sulla carta d'identità, abbiamo dimostrato di essere una grande squadra" le parole a La Gazzetta dello Sport.

Gran parte del merito va a Pioli: "L'allenatore perfetto per me: mi ascolta anche quando ho dei dubbi o penso ci siano aspetti tattici che possono cambiare. Poi ovviamente alla fine decide lui ma vuole trovare la situazione ideale per i suoi giocatori. Ho sempre ripagato gli allenatori che mi hanno dato continuità".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments