Offerta del Psg per Conte: contratto da 11 milioni e mezzo

Secondo la stampa britannica i parigini sarebbero pronti a offrire un ricco contratto al tecnico del Chelsea. E Allegri?

  • A
  • A
  • A

Allegri ma non solo: il Psg sembra deciso a puntare tutto su un allenatore italiano per il dopo-Emery e sulla lista non c'è solamente il nome del tecnico della Juve. Secondo il Guardian, infatti, il club di Nasser Al-Khelaifi sarebbe pronto a farsi avanti per assicurarsi l'attuale manager del Chelsea Antonio Conte offrendogli un ricchissimo contratto da 11,5 milioni di euro lordi a stagione. Appare in ogni caso probabile il divorzio di Conte dai Blues. 

A Parigi l'unica certezza sembra, per ora, il divorzio da Emery al termine di questa stagione. Il flop europeo ha pesato troppo e l'ex allenatore del Siviglia, nonostante abbia ampiamente le mani sulla Ligue 1, saluterà a giugno anche per via della gestione di alcuni top player. I nomi che la dirigenza francese tiene sotto controllo sono diversi e tra tutti quello di Max Allegri continua ad avere un certo rilievo, soprattutto viste le due finali di Champions disputate con la Juve negli ultimi tre anni. Ma secondo la stampa britannica, anche le quotazioni di Antonio Conte sarebbero in rialzo. E anche in questo caso, la cosa più probabile sembra un addio a fine stagione: quello tra l'ex ct e il Chelsea, con cui i rapporti si sono deteriorati nel corso degli ultimi mesi, nonostante un contratto in scadenza nel 2019. Antonio resta ampiamente in corsa anche per ritornare a Coverciano e prendersi l'onore e l'onere della rifondazione della Nazionale ma la sua preferenza per i club e per il lavoro quotidiano sul campo potrebbero fare la differenza. La vera differenza la farebbero anche le offerte visto che il Psg sembrerebbe disposto a tutto per convincere Conte a diventare il sostituto di Emery: Al-Khelaifi, infatti, potrebbe fargli guadagnare persino di più rispetto all'attuale stipendio londinese arrivando a 11,5 milioni a stagione. E soprattutto la ricca proprietà del Qatar non negherebbe al suo allenatore pesanti investimenti sul mercato. Aspetto, questo, sul quale sono nate proprio le prime frizioni tra Conte e il Chelsea. In ogni caso, gli allenatori italiani, Conte e Allegri, sembrerebbero in cima alla lista dello sceicco, con Pochettino (con il dg del Psg, Henrique, pronto a spingere per l'attuale guida del Tottenham) più defilato e Mourinho e Simeone ipotesi poco probabili e diificilmente realizzabili. 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments