Calcio

"In un momento di emergenza ritengo di buona logica che, al posto di chiedere soldi tout court che non ci sono, magari si chieda qualcosa che prima non si è riusciti ad ottenere come il marketing con le agenzie di scommesse". Lo dice al termine della Giunta nazionale il presidente del Coni, Giovanni Malagoò in riferimento alla possibilità che le società sportive possano tornare ad avere sponsorizzazioni legate al mondo del betting. Una possibilità che è stata vietata del decreto dignità emanato dal primo governo Conte. "Io ero totalmente contrario perché era una forma di indebolimento delle nostre squadre", ricorda Malago'.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A