Calcio ora per ora

Lombardo:"Luca esempio per la gente, non bisogna mai mollare"

"E' una giornata triste, non è facile. Siamo qui per fare un ultimo

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

"E' una giornata triste, non è facile. Siamo qui per fare un ultimo saluto. Luca era tutto: non solo per chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, ma anche per la forza e il coraggio che ha avuto nella malattia. Nel modo in cui ha inculcato alla gente che non bisogna mai smettere di mollare. Luca deve essere solo un esempio per tutti". Così Attilio Lombardo, ex compagno di Luca Vialli alla Sampdoria e alla Juventus, ricorda il campione scomparso a 58 anni. "L'avevo sentito al telefono il 29 dicembre insieme a Mancini, che era andato a Londra a trovarlo. Si sentiva che era stanco ma era riuscito lo stesso ad essere simpatico", aggiunge Lombardo arrivando a Cremona presso la Chiesa cattolica parrocchiale di Cristo Re per la messa in ricordo del campione. "Il ricordo era quello di un Vialli sempre sorridente, scherzoso, intelligente e luminoso", conclude Lombardo.