Calcio ora per ora

LEGA PRO, GHIRELLI: "RIFORMA CAMPIONATI E SOSTENIBILITà"

Riforma dei campionati e sostenibilita' economica: sono i perni del

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

Riforma dei campionati e sostenibilita' economica: sono i perni del programma di Francesco Ghirelli, presidente uscente di Lega Pro e candidato al rinnovo della carica nell'assemblea nazionale che si terra' a Roma martedi' 12 gennaio. "La mia candidatura -spiega Ghirelli, il cui programma e' stato sottoscritto dai suoi vice Luigi Ludovici e Marcello Vulpis- non e' volta a completare un percorso, ma a trasformare la Serie C". Dopo aver ricordato i risultati del suo primo mandato, specialmente in relazione ai tanti problemi di ordine sportivo, sanitario e economico posti dalla pandemia, Ghirelli sostiene che "la scelta della riforma dei campionati e' irrinunciabile e per far prevalere l'interesse generale, di sistema del calcio italiano, va conferito mandato al Presidente Federale. La Serie C e' un patrimonio forte e originale del calcio italiano e, ora, e' in grado di stare alla pari nel confronto che si aprira' dopo la fase elettorale". Secondo il presidente ricandidato "non sara' sufficiente la riforma dei campionati per riprendersi: dovremo trovare una nuova formula per il campionato. Il covid lascera' ferite profonde. Andare allo stadio e' un rito, un'abitudine che rischiamo di attenuare in questi mesi maledetti, e se cio' si congiungera' con la paura, sara' difficile vedere 'tanto' pubblico negli stadi. Dobbiamo cogliere l'occasione della crisi per ragionare sulla formula attuale dei campionati. Bisogna cambiare dando piu' spazio a playoff e playout". Ghirelli punta soprattutto a un forte sostegno alla tenuta economica dei club di Lega Pro, un settore che ha un impatto di 580 milioni di euro annui sull'economia del Paese. Percio' chiede anzitutto la modifica della Legge Melandri (L'Italia e' il Paese in cui la politica di solidarieta' della prima serie e' la piu' bassa in assoluto rispetto agli altri Paesi europei) e poi una serie di misure da chiedere al governo". Ghirelli punta a misure fiscali, "giusta -dice- la dilazione ma non sufficiente. Occorre un rientro a lunghissimo termine e una seppur parziale sanatoria"; di liquidita', ottenendo per i club "le stesse condizioni che vengono riservate alle pmi con garanzia centrale"; di credito di imposta, per ottenere una proroga "almeno fino a fine campionato e, possibilmente, incrementare le risorse a disposizione". A queste misure, il presidente uscente affianca varie idee. Ad esempio trasmissione delle partite in streaming per raggiungere ovunque i tifosi, il merchandising, l'incremento dei ricavi dagli sponsor, la digitalizzazione degli stadi, il contenimento del costo del lavoro. Un capitolo a parte riguarda il sistema di regole e la difesa del sistema calcio Lega Pro dai crac finanziari e dal possibile 'ingresso di banditi', percio' propone ad esempio di definire meglio i controlli prima delle acquisizioni societarie e non dopo. Infine, un capitolo del programma riguarda un pacchetto di iniziative in favore dei giovani.