SPAL-LAZIO 2-1

Serie A, Spal-Lazio 2-1: decide tutto Kurtic nel recupero

Un rigore di Immobile sblocca la gara, poi Petagna e lo sloveno ribaltano il risultato

di
  • A
  • A
  • A

Nella 3a giornata di Serie A colpo della Spal, che batte 2-1 la Lazio in rimonta. Al Mazza gara a due facce. Nella prima frazione di gioco è la banda di Inzaghi a farla da padrone: Caicedo centra un palo, poi Immobile sblocca il match dal dischetto al 17' (rigore assegnato col Var). Nella ripresa poi gli uomini di Semplici reagiscono e ribaltano il risultato: al 63' Petagna pareggia con una bella girata, poi Kurtic firma il gol partita nel recupero. 

LA PARTITA

A Ferrara la Lazio gioca solo un tempo e incassa la prima sconfitta stagionale nel giorno in cui sognava l'aggancio in classifica alla Juve. Un brutto passo falso per gli uomini di Inzaghi. Soprattutto per come è maturato. Dopo il vantaggio di Immobile, infatti, la gara sembrava mettersi in discesa. E invece nella ripresa poi è cambiato tutto. Certo, sul match ha pesato il calo fisico dei laziali, ma gran parte del merito spetta alla Spal, mai doma e sempre aggrappata alla partita. Al triplice fischio a fare la differenza è stata la cattiveria e la voglia di vincere della squadra di Semplici, che nel finale ha attaccato a testa bassa senza badare troppo alla forma e concentrandosi solo sulla sostanza. 

Andamento che ha caratterizzato un po' tutta la gara. Fin dalle prime battute. Ancora a secco in classifica, al Mazza la Spal parte pensando più a proteggersi che a costruire. E la Lazio prende subito in mano il match, aggredendo alto e cercando l'ampiezza del gioco. Disposte a specchio, le squadre se la giocano in mediana. Senza Milinkovic e Correa, i biancocelesti si affidano all'esperienza di Parolo tra le linee e al tandem Caicedo-Immobile per sfondare. La Spal invece punta tutto sulle verticalizzazioni per Petagna e sulle incursioni di Di Francesco per tenere impegnata la retroguardia di Inzaghi. Un sinistro di Caicedo dal limite centra il palo e per la banda di Semplici si accende un primo campanello d'allarme, poi Immobile sblocca la gara dal dischetto al 17' facendo saltare il banco (rigore assegnato col Var per un fallo di mano in area di Tomovic). In vantaggio, la Lazio gioca in scioltezza, sfruttando gli inserimenti centrali di Parolo e la corsa di Lazzari, ma il raddoppio non arriva. Berisha ferma Luis Alberto, poi Caicedo spara a lato da buona posizione. Due coccasioni che chiudono il primo tempo e sembrano indirizzare la gara.

Nella ripresa però cambia tutto. Gli uomini di Inzaghi abbassano i giri e provano ad addormentare la gara col possesso. Tattica che non paga. In mezzo al campo Leiva e Luis Alberto vanno al trotto e la Spal resta in partita. In mediana sono Kurtic e Missiroli ad alzare il ritmo e a fare la differenza, davanti invece è sempre Di Francesco l'uomo più attivo. Un forcing che "spezza" le gambe alla Lazio e rimette la gara in equilibrio grazie a una bella girata di Petagna in area. Pareggio a cui Inzaghi replica facendo alzare Milinkovic e Correa dalla panchina. Scelta che aumenta il tasso tecnico dei laziali, ma che non cambia l'inerzia del match. Anzi. Nel recupero infatti è ancora la Spal a colpire con un'azione da manuale perfettamente concretizzata da Kurtic. Un colpo da ko, che punisce la Lazio e regala i primi tre punti della stagione a Semplici. 
 

LE PAGELLE

Immobile 6: duetta bene con Caicedo, alternando incursioni in profondità e rientri per dare sbocchi alla manovra. Freddo dal dischetto, poi scompare nella ripresa
Parolo 6: prezioso e intelligente tra le linee nel primo tempo. Innesca Caicedo sul rigore, poi lavora in mediana, proteggendo la difesa. Dura solo un'ora, poi cala
Patric 5: Di Francesco lo punta e lo salta spesso. Prende il posto dell'acciaccato Luiz Felipe, ma non convince. Rimedia anche un giallo e Inzaghi lo leva a inizio ripresa
Di Francesco 6,5: nel primo tempo parte da sinistra e si accentra, mettendo spesso in difficoltà Patric. Buon passo e giocate interessanti. Le cose migliori della Spal arrivano dai suoi piedi. Nella ripresa si sposta a destra e spinge con continuità
Petagna 6,5: fa a sportellate con Acerbi. Servito poco e male, nel primo tempo non riesce a fare la differenza, poi alla prima palla buona va a segno con una girata da bomber vero
Kurtic 7: primo tempo in sordina, ripresa sugli scudi. Nel finale prende in mano la squadra, avviando il forcing e firmando il gol che decide la partita e regala alla Spal i primi tre punti della stagione
 

IL TABELLINO

SPAL-LAZIO 2-1
Spal (3-5-2): Berisha 6; Cionek 6, Vicari 6, Tomovic 6 (33' st Felipe 5,5); D'Alessandro 6 (28' st Sala 6), Murgia 6, Missiroli 6,5, Kurtic 7, Reca 5,5 (17' st Strefezza 6); Di Francesco 6,5, Petagna 7. 
A disp.: Thiam, Letica, Igor, Valdifiori, Valoti, Moncini, Floccari, Paloschi, Jankovic. All.: Semplici 7
Lazio (3-5-2): Strakosha 6; Patric 5 (3' st Vavro 5,5), Acerbi 5,5, Radu 5; Lazzari 5,5, Parolo 6, Lucas Leiva 5,5 (22' st Milinkovic-Savic 5,5), Luis Alberto 5,5, Lulic 5,5; Caicedo 6 (22' st Correa 5,5), Immobile 6,5. 
A disp.: Guerrieri, Proto, Berisha, Bastos, Jony, Anderson, Cataldi, Silva, Marusic. All.: S. Inzaghi 5
Arbitro: Calvarese
Marcatori: 17' rig. Immobile (L), 18' st Petagna (S), 46' st Kurtic (S)
Ammoniti: Tomovic, Missiroli, Strefezza, Felipe, Di Francesco (S); Patric, Radu, Acerbi (L)
Espulsi: -
 

LE STATISTICHE

•    Dal ritorno della SPAL in Serie A nel 2017/18, Ciro Immobile ha segnato sette reti ai ferraresi, più di ogni giocatore contro una qualsiasi squadra nella competizione nel periodo.
•    Tutte le tre reti segnate dalla SPAL in Serie A dal 90° minuto di gioco in avanti sono state realizzate da Jasmin Kurtic.
•    Tre delle ultime quattro vittorie della SPAL in Serie A sono arrivate in rimonta (le altre contro Juventus ed Empoli).
•    Andrea Petagna ha trovato la via del gol con entrambi i primi due tiri nello specchio effettuati in questo campionato.
•    Andrea Petagna è andato in gol in tre delle ultime quattro gare casalinghe contro la Lazio in Serie A; nella rimanente ha servito un assist.
•    In sei delle ultime sette stagioni, la Lazio ha perso almeno uno dei primi tre incontri di una Serie A.
•    La Lazio ha trasformato tutti e sette i rigori a favore in Serie A dall'inizio della stagione 2018/19.
•    Nessuna squadra ha colpito più pali della Lazio nei top-5 campionati europei 2019/20 (cinque, come il Barcellona).
•    La Lazio non ha pareggiato nessuna delle sue ultime otto trasferte di Serie A: quattro successi e quattro sconfitte nel parziale.
•    La Lazio non è riuscita a mantenere la porta inviolata in nessuna delle ultime cinque trasferte contro la SPAL in Serie A.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments