LAZIO-JUVENTUS 1-1

Serie A: Lazio-Juventus 1-1, Caicedo agguanta il pari al 95'

Ronaldo illude i bianconeri (e si fa male), in pieno recupero ancora decisivo l'attaccante ecuadoriano

di
  • A
  • A
  • A

Nel lunch match della 7a giornata di Serie A, finisce 1-1 la sfida tra Lazio e Juventus. Cristiano Ronaldo, autore di un primo tempo da favola, porta avanti i suoi al 15' (gol facile da due passi), poi il fenomeno portoghese colpisce anche un clamoroso palo (43'), sfiora la doppietta su punizione nel finale (47') e al 76' esce per un problema a una caviglia. Inzaghi si gioca la carta Caicedo e l'ecuadoriano sigla il pari al 95' all'ultima azione.

LA PARTITA
La Lazio è più forte di emergenza e polemiche e, come 7 giorni fa a Torino, l'eroe di giornata si chiama Felipe Caicedo. Se contro i granata un suo gol al 97' aveva regalato i tre punti, questo pomeriggio il suo acuto al 95' frena la Juve e vale un punticino prezioso sia per il morale che per la classifica. Un pari che suona come una vittoria (e non a caso Inzaghi ha ripetuto la corsa a festeggiare abbracciando i suoi ragazzi) contro una Juve che per 70' è stata probabilmente la migliore versione di se stessa in stagione. 

La gara dell'Olimpico ha confermato ulteriormente come i bianconeri non possano fare a meno di Cristiano Ronaldo che, in una giornata non troppo felice per Morata, si è preso l'attacco bianconero sulle proprie spalle. Non a caso il portoghese è stato l'unico dei suoi a tirare in porta nel primo tempo e solo un po' di imprecisione (rasoterra a lato di un poco), la sfortuna (palo) e Reina (sulla punizione) gli hanno negato il raddoppio per quello che sarebbe stato il gol che probabilmente avrebbe chiuso la gara. Purtroppo per Pirlo, però, una distorsione alla caviglia ha tolto CR7 dalla contesa e l'ingresso di Dybala non ha sortito gli effetti sperati.

Così a un certo punto i bianconeri non sono più riusciti a ripartire, pur riuscendosi a difendere senza particolari patemi. Ma lasciare costantemente l'iniziativa alla Lazio è davvero pericoloso, anche se in piena emergenza e senza il suo bomber principe, Ciro Immobile, fermato dal Covid come Lucas Leiva e Strakosha. Se poi dal cilindro puoi pescare uno come Caicedo (entrato al 54' per l'opaco Muriqi), ecco che la sorpresa è sempre dietro l'angolo, soprattutto quando tutto sembra finito. E con l'arbitro con ormai il fischietto in bocca, ecco la zampata vincente che manda in estasi Inzaghi e lascia di sasso Pirlo, che non riesce ancora a mettere insieme due vittorie di fila in campionato.

LE PAGELLE
Ronaldo 7,5
- Decisivo con lo Spezia, a secco in Champions, CR7 torna titolare in campionato e mette ancora il suo zampino. Il gol che sblocca il match è facile facile ed è l'unico dei suoi che calcia in porta nel primo tempo. Il palo e Reina gli negano la doppietta. Esce al 76' per un problema alla caviglia destra.
Cuadrado 7 - Bravissimo sia in fase di spinta che nel difendere. Suo l'assist per Ronaldo, poi rintuzza tutte le iniziative dei biancocelesti. 
Morata 6 - Non calcia mai in porta e rispetto alla ultime uscite fa un deciso passo indietro. Prezioso, però, nei ripiegamenti e nel cercare di aprire gli spazi per Ronaldo.

Caicedo 7 - Ancora una volta l'uomo della Provvidenza. Come con il Torino, all'ultimo respiro trova l'acuto vincente che vale un preziosissimo pareggio. Da zona Cesarini a zona Caicedo.
Correa 6,5 - Dà un senso a una gara così così con la grande azione che porta al pareggio di Caicedo. L'argentino sguscia via a Bentancur e Cuadrado, resiste a Rabiot e serve il compagno che fa secco Szczesny.
Reina 5,5 - Due belle parate su Ronaldo e Rabiot, ma ha sulla coscienza il gol del portoghese con un'uscita a vuoto sul cross forte e teso di Cuadrado. 

IL TABELLINO
LAZIO-JUVENTUS 1-1
Lazio (3-5-2)
: Reina 5,5; Luiz Felipe 6, Acerbi 6, Radu 6 (8' st Hoedt 6); Marusic 5,5, Milinkovic-Savic 6, Cataldi 6 (32' st Akpa Akpro 6), Luis Alberto 5,5 (32' st Pereira 6), Fares 5 (8' st Lazzari 6); Correa 6,5, Muriqi 5 (9' st Caicedo 7). A disp.: Alia, Furlanetto, Armini, Patric, Parolo, Djavan Anderson, Moro. All.: S. Inzaghi 6,5
Juventus (3-4-1-2): Szczesny 6; Demiral 6,5, Bonucci 6, Danilo 6,5; Cuadrado 7, Rabiot 6,5, Bentancur 5,5, Frabotta 5,5; Kulusevski 6,5 (31' st McKennie 6); Morata 6 (44' st Bernardeschi sv), Ronaldo 7,5 (31' st Dybala 5,5). A disp.: Buffon, Pinsoglio, Dragusin, Arthur, Portanova. All.: Pirlo 6,5
Arbitro: Massa
Marcatori: 15' Ronaldo (J), 50' st Caicedo (L)
Ammoniti: Cataldi (L), Bentancur (J), Akpa Akpro (L), Cuadrado (J)
Espulsi: -
Note: -

LE STATISTICHE
La Juventus è rimasta imbattuta nelle prime sette partite di campionato per l’ottava volta nelle ultime 10 stagioni.
Cristiano Ronaldo ha segnato 27 gol nel 2020, più di ogni altro giocatore nei maggiori cinque campionati europei.
A partire dalla scorsa stagione, Felipe Caicedo è il giocatore che ha segnato più gol (cinque) a partire dal minuto 90 in Serie A.
Cristiano Ronaldo ha segnato in ciascuna delle sue prime quattro partite di questo campionato - nell’era dei tre punti a vittoria, solo un giocatore della Juventus ci era riuscito: Paulo Dybala nel 2017/18.
Cristiano Ronaldo ha segnato nelle prime quattro presenze di campionato, ci era riuscito solamente nel 2014/15 e nel 2009/10.
Dall’inizio dello scorso campionato la Lazio ha guadagnato 33 punti da situazione di svantaggio, più di ogni altra squadra nei maggiori cinque campionati europei.
Tre degli ultimi cinque assist di Juan Cuadrado in Serie A sono stati per gol di Cristiano Ronaldo.
Questa è stata la 150ª presenza in Serie A per Wojciech Szczesny.
Leonardo Bonucci ha giocato oggi la sua 400ª partita da titolare con la Juventus , considerando tutte le competizioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments