LAZIO-GENOA 4-0

Serie A, Lazio-Genoa 4-0: Inzaghi riprende la corsa

All'Olimico poker biancoceleste firmato Milinkovic-Savic, Radu, Caicedo e Immobile: Grifone nei guai

di
  • A
  • A
  • A

Nel sesto turno di Serie A la Lazio batte 4-0 il Genoa e riprende la corsa verso la zona alta della classifica. All'Olimpico prova di forza degli uomini di Inzaghi, che nel primo tempo sbloccano subito la gara con Milinkovic-Savic (7') e raddoppiano con Radu (40'). Nella ripresa poi Caicedo (59') e Immobile (78') arrotondano il risultato. Lazio sesta a dieci punti, Grifone invece davanti solo a Spal e Samp in classifica.  

LA PARTITA

La Lazio torna a correre. E lo fa con una prestazione di qualità e senza i soliti blackout dell'ultimo periodo. Dalla gara dell'Olimpico col Grifone per i biancocelesti arrivano solo buone notizie. Un poker per rialzare la testa, riportare compattezza e ridare convinzione alla squadra. Certo, il Genoa ci ha messo del suo per spianare la strada agli uomini di Inzaghi, ma i quattro gol rifilati ai rossoblu parlano chiaro. Un dominio totale. Sul piano del gioco e della personalità. Un poker per chiudere il caso Immobile e ripartire. A spese del Genoa, che invece arranca in fondo alla classifica e continua a mostrare una fragilità difensiva preoccupante. 

Dopo la sconfitta con l'Inter, all'Olimpico Inzaghi si affida alla vecchia guardia per ritrovare certezze e motivazioni. A caccia di punti, Andreazzoli invece fa riposare Schone, Zapata e Pinamonti, presentandosi a Roma con un atteggiamento più coperto. Con le squadre disposte a specchio, l'avvio del match si gioca tutto in mediana, con Leiva e Radovanovic a gestire il traffico e il ritmo. Per sei minuti regna l'equilibrio, poi Milinkovic strappa una palla a Lerager e sblocca la gara insaccando un preciso assist di Immobile. Un gol che spezza i piani tattici e accende il match. Da una parte Strakosha vola su una zuccata a botta sicura di Romero, dall'altra Marusic sfiora invece il raddoppio. Botta e risposta, come per le punizioni di Radovanovic e Luis Alberto fuori bersaglio e i tentativi in ripartenza di Correa, Immobile e Cassata. A buon ritmo è la Lazio a fare il match. In controllo, i biancocelesti prendono in mano la gara col pressing alto e il fraseggio stretto a ridosso delle punte. Ispirato, Luis Alberto prima inventa per Milinkovic, poi segna, ma Pairetto annulla la rete con l'aiuto del Var per un fallo su Cassata a inizio azione. Decisione arbitrale che non cambia l'inerzia del match. Anzi. Ancora in pressione, i biancocelesti centrano infatti il bis con Radu, bravo a pescare il jolly in area con un sinistro preciso e potente, e chiudono il primo tempo in avanti. 

A caccia della reazione, nell'intervallo Andreazzoli manda in campo Pandev e Pajac al posto di Lerager e Barreca. E il Genoa va subito vicino al gol con Sanabria, che di testa sbaglia tutto a due passi da Strakosha. Pericolo a cui Inzaghi risponde levando un acciaccato Correa e gettando Caicedo nella mischia. Più aggressivo, il Grifone prova ad alzare il baricentro. Ma è sempre la Lazio a tenere in mano la gara col possesso e le verticalizzazioni improvvise. Subito in parita, Caicedo prima invoca un rigore per un contatto in area, poi firma il tris dopo un assist col contagiri di Milinkovic. Timbro che chiude virtualmente la gara e trasforma l'ultima mezz'ora in una "formalità" interrotta solo dalle parate di un attentissimo Strakosha su Criscito e Sanabria e dal poker di Immobile (che abbraccia Inzaghi in panchina) dopo una strepitosa serpentina di Luiz Felipe. La Lazio si rialza. Per il Genoa invece sono guai. 
 

LE PAGELLE

Milinkovic-Savic 7: in mediana fa la voce grossa sfruttando il fisico e le doti aeree, a rimorchio è invece l'arma in più. Sblocca la gara facendosi trovare nel posto giusto al momento giusto, sfiora il raddoppio di testa e poi pesca Caicedo per il tris
Caicedo 7: entra nella ripresa al posto di Correa e si prende la scena. Tiene palla, fa la sponda e mette subito la firma sul match con fredezza sfruttando l'assist col contagiri di Milinkovic 
Immobile 7: nel primo tempo agisce lontano dall'area con generosità, vestendo spesso i panni dell'assist-man. Regala a Milinkovic la palla per il vantaggio iniziale, poi nel finale sigla il poker e abbraccia Inzaghi
Radu 6,5: dalla sua parte Ghiglione e Kouame non fanno male e ha spazio per proporsi anche in fase offensiva. Il raddoppio è un inaspettato "gioiello" di precisione e potenza 
Luis Alberto 6,5: gioca in punta di piedi piazzandosi tra le linee. Insieme a Leiva dà ordine e detta i tempi, ma la differenza la fa quando gioca in verticale. Preciso, ispirato e sempre al centro del gioco. Serve l'assist a Radu
Romero 5,5: ringhia su Immobile e lo costringe a giocare spesso spalle alla porta, poi crolla insieme al resto della squadra. Nel primo tempo costringe Strakosha al miracolo di testa
Lerager 5: in mediana è dura contro Milinkovic, Leiva e Luis Alberto e i compagni di reparto non lo aiutano a combattere ad armi pari. Patisce la fisicità del "sergente" e non riesce a prendere in mano la manovra. Andreazzoli lo leva nell'intervallo
Sanabria 5: molle ed evanescente. Luiz Felipe & Co. lo controllano senza troppe difficoltà insieme a Kouame. Nella ripresa fallisce clamorosamente di testa due volte a due passi da Strakosha


IL TABELLINO

LAZIO-GENOA 4-0
Lazio (3-5-2): Strakosha 7; Luiz Felipe 7, Acerbi 6, Radu 6,5; Marusic 6, Milinkovic-Savic 7 (29' st Parolo 6), Leiva 6, Luis Alberto 6,5, Lulic 6; Correa 5,5 (7' st Caicedo 7) , Immobile 7 (40' st Adekanye sv).
A disp.: Proto, Patric, Lukaku, Berisha, Bastos, Jony, Lazzari, Cataldi, Vavro. All.: Inzaghi 7
Genoa (3-5-2): Radu 6; El Yamiq 5, Romero 5,5, Criscito 6; Ghiglione 5,5, Lerager 5 (1' st Pandev 6), Radovanovic 6, Cassata 5,5 (24' st Schone 5,5), Barreca 5 (1' st Pajac 6); Kouame 5,5, Sanabria 5.
A disp.: Marchetti, Jandrei, Zapata, Goldaniga, Biraschi, Favilli, Ankersen, Saponara, Pinamonti. All.: Andreazzoli 5
Arbitro: Pairetto
Marcatori: 7' Milinkovic-Savic (L), 40' st Radu (L), 14' st Caicedo (L), 33' st Immobile (L)
Ammoniti: Caicedo (L); El Yamiq, Sanabria (G)
Espulsi: -

STATISTICHE
•    Era da aprile 2018, contro la Sampdoria, che la Lazio non vinceva un match di Serie A con quattro gol di scarto.
•    Si allunga a 12 la striscia senza successi del Genoa in gare esterne di Serie A (6N, 6P). Peggio solo nel 2012 (13).
•    I liguri non subivano una sconfitta in Serie A con almeno quattro reti di scarto da aprile 2019, contro l'Inter.
•    L'ultima volta che la Lazio ha mandato in gol quattro giocatori diversi in un match di Serie A, è stata nel marzo 2018, contro il Benevento (cinque in quel caso).
•    La Lazio è la squadra che ha effettuato più tiri nello specchio in questa Serie A (45). 
•    Sergej Milinkovic-Savic è il più giovane centrocampista a vantare almeno 23 gol in carriera in Serie A.
•    L'ultimo gol di Milinkovic Savic in campionato risaliva a maggio, contro il Bologna. L'ultima rete contro il Genoa invece, al settembre 2018, sempre all'Olimpico.
•    La Lazio non ha mai perso nelle 20 gare di Serie A in cui Milinkovic-Savic ha trovato il gol (16V, 4N, inclusa quella di oggi).
•    Questa è stata la terza volta in cui Sergej Milinkovic-Savic ha segnato un gol e fornito un assist nello stesso match di Serie A; le due precedenti sempre all'Olimpico e sempre contro una genovese (Genoa nel settembre 2018 e Sampdoria nell'aprile 2018).
•    Nessuno ha servito più assist di Luis Alberto in questa Serie A (quattro). Il centrocampista della Lazio, è ad un solo assist da quelli forniti nel campionato precedente (cinque), secondo miglior rendimento dopo quello del 2017/18, quando ne servì 14.
•    L'ultimo gol di Stefan Radu in Serie A risaliva al dicembre 2016, contro la Fiorentina. Tutte e cinque le sue reti in campionato inoltre, sono arrivate all'Olimpico.
•    Immobile ha partecipato a sette degli 11 gol della Lazio in questa Serie A (cinque reti e due assist).
•    Nell'era dei tre punti a vittoria, solo tre giocatori della Lazio hanno segnato almeno cinque gol nelle prime sei giornate di Serie A: Signori, Zarate e Immobile due volte (nel 2017 e in questa stagione).
•    Caicedo ha segnato cinque dei suoi 12 gol totali in Serie A contro squadre genovesi (tre alla Sampdoria e due al Genoa, contando quello di oggi).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments