QUI LAZIO

Lazio, Sarri mastica amaro: "Ci è mancata la determinazione"

Il tecnico biancoceleste dopo il poker subito al Maradona: "Il Napoli è la squadra più forte"

  • A
  • A
  • A

"Dal campo direi che il Napoli è la squadra più forte. L'impressione che mi hanno fatto è superiore a quello di tutte le squadre di alta classifica. Abbiamo giocato una partita senza determinazione, amplificata poi da loro". Maurizio Sarri mastica amaro nella notte del suo ritorno a Napoli e dopo il poker subito dalla sua Lazio punta il dito sulla mancanza di costanza dei biancocelesti: "Vedo una squadra che fa fatica a stare costantemente su livelli di applicazione forti - ha detto - Giocando ogni tre giorni è più difficile, ma noi passiamo da 10 a 1 e non è accettabile".

"La squadra aveva fatto dei passi in avanti ma ogni quattro-cinque partite viene fuori una gara così - ha continuato Sarri - Siamo andati in difficoltà perenne, non è stato un approccio giusto però non possiamo recriminare nulla. Oggi arrivavamo sempre in netto ritardo".

"Troppi gol subiti? Bisogna capire da cosa nascono questi alti e bassi e cercare di metterli a posto, stasera non mi aspettavo una partita di questo tipo - ha ammesso il tecnico ai microfoni di Dazn - Ho visto una disattivazione. Felipe Anderson? Lui è un oggetto delicato, quando si spegne si spegne del tutto come quando si accende si accende forte, ora è in una fase di down, ma la sua carriera è sempre stata questa. Stiamo cercando di lavorare sulla continuità ma è un percorso lungo".

Infine la chiusura sul ritorno a Napoli: "Ho cercato di stare tranquillo perché negli ultimi anni ero troppo emozionato. Questa città ce l’ho nel cuore, amo i napoletani, non è una partita normale per me".

Vedi anche Serie A, Napoli-Lazio 4-0: Spalletti si riprende la vetta solitaria Serie A Serie A, Napoli-Lazio 4-0: Spalletti si riprende la vetta solitaria

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti