"Roma? Guardiamo a noi stessi"

Il tecnico biancoceleste non pensa al sorpasso sui cugini: "Temo il Cagliari, Zeman e Sacchi hanno rinnovato il calcio"

  • A
  • A
  • A

C'è solo il Cagliari nella testa di Stefano Pioli. Alla vigilia della sfida in terra sarda, il tecnico della Lazio evita di commentare le ipotesi di sorpasso sulla Roma, impegnata nella delicata sfida interna col Napoli: "L'entusiasmo dell'ambiente ci fa solo bene - le sue parole -, ma dobbiamo guardare solo a noi stessi. Pjanic ha detto che la Lazio non esiste? Non commento, pensiamo a fare il massimo e a fine stagione vedremo".

Tanti i temi toccati da Pioli alla vigilia della sfida di Cagliari, in cui ritrova uno dei 'santoni' del calcio italiano, Zdenek Zeman: "Mi fa piacere che abbia detto che la Lazio gioca il miglior calcio d'Italia: i complimenti di una persona intelligente e di un allenatore che ho sempre stimato mi fanno grande piacere. Assieme a Sacchi - spiega il tecnico biancoceleste -, ha rinnovato il calcio cercando sempre una mentalità vincente. E' un grande allenatore, ho stima nei suoi confronti".

Il discorso si sposta poi sullo strepitoso momento di forma di Felipe Anderson: "Mi piace il fatto che è un ragazzo entusiasta, con tanta voglia di fare. Allo stesso tempo però rimane umile - prosegue Pioli -: sa perfettamente di non aver sfruttato ancora al 100 % il suo potenziale. Può crescere, sta affrontando il momento con equilibrio e naturalezza". Chiusura sulla semifinale di ritorno di Coppa Italia, in programma mercoledì al San Paolo di Napoli: "La gara più importante è quella di sabato perché è la prossima, poi penseremo al Napoli. Stiamo facendo qualcosa di veramente importante, non possiamo fermarci".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments