LAZIO

Lazio, Lotito sui tifosi dopo lo sciopero col Milan: “Se la cantano e se la suonano da soli”

Il presidente biancoceleste a tutto campo: “La vicenda Acerbi si è chiarita. Sarri? È prematuro”

  • A
  • A
  • A

Piccolo giallo all'interno del Consiglio Federale durante la votazione per il passaggio al professionismo del calcio femminile. "Erano tutti d'accordo, tranne qualche piccola resistenza sempre dalla Lega di A che riteneva di proporre un ulteriore rinvio del professionismo, ma su questo poi abbiamo raggiunto l'accordo perché non si poteva tornare indietro" ha spiegato il presidente della Figc, Gabriele Gravina. La Serie A inizialmente a sorpresa aveva votato contro nonostante nella propria assemblea interna avesse votato a favore. Un momento di incomprensione che ha acceso la discussione portando il Consiglio a votare nuovamente. "C'è stato solo un malinteso" la spiegazione di Claudio Lotito, presidente della Lazio e consigliere federale.

"Lo sciopero dei tifosi in Lazio-Milan? Bisogna chiedere alla curva se la partita è andata bene, se non vengono allo stadio con chi li fanno gli scontri... – ha detto poi il numero uno biancoceleste commentando lo sciopero dei tifosi nell’ultima gara casalinga - se la cantano e se la suonano da soli, prendono a pretesto qualunque cosa come i 40 euro per la partita. Andate a vedere quanto li mettono le altre squadre - ha aggiunto - La mia non era una battuta ma una constatazione di fatto".

A proposito della gara coi rossoneri, ha fatto molto discutere il sorriso di Acerbi dopo il gol di Tonali: "La vicenda Acerbi? Si è chiarito che se uno è sotto pressione ha reazioni particolari", ha commentato Lotito, che poi ha parlato anche del rinnovo di Maurizio Sarri: “È ancora prematuro, fermo restando che io ho una grande considerazione nei suoi confronti. E' un uomo di grandi qualita' e lavora 24 ore su 24 per il campo. Non si discute".

Vedi anche Lazio, il sorriso di Acerbi fa infuriare i tifosi. Che scontro con Marusic! Calcio Lazio, il sorriso di Acerbi fa infuriare i tifosi. Che scontro con Marusic!

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti