QUI LAZIO

Lazio, Inzaghi non si nasconde più: "Abbiamo meritato. Scudetto? Cominciamo a sentire la pressione"

Il tecnico biancoceleste dopo il successo sull'Inter: "Questo è un gruppo straordinario, quattro anni di emozioni continue"

  • A
  • A
  • A

Vittoria e sorpasso nella sfida scudetto per la Lazio, che batte 2-1 l'Inter all'Olimpico e vola al secondo posto in classifica a -1 dalla Juventus. Dopo la partita il tecnico dei biancocelesti, Simone Inzaghi, è raggiante e non si nasconde più: "Oggi abbiamo fatto un'ottima partita contro una grandissima squadra che aveva perso una sola partita belle precedenti 23. Un'altra grande rimonta dopo quella con la Juve. Scudetto? Abbiamo un grandissimo ritmo, anche stasera hanno fatto una partita eccellente cercando di vincere. A fine primo tempo ho fatto i complimenti alla squadra dicendo che continuando così probabilmente avremmo ribaltato la partita"

"La leggerezza mentale un vantaggio? Di sicuro è un fattore per noi - le parole di inzaghi - ma le partite iniziano ad essere pesanti, in riscaldamento oggi eravamo contratti, ho detto ai giocatori di stare tranquilli e di non pensarci". La Lazio è la migliore difesa del campionato ("Lautaro e Lukaku creano problemi a tutti, i ragazzi sono stati bravissimi") e può davvero sognare il tricolore, Inzaghi rivendica orgogliosamente i meriti del gruppo: "Abbiamo fatto quattro anni in crescendo, ora dobbiamo continuare così, cercando di restare lì in alto sapendo che il campionato ogni domenica crea grandissime insidie. Sono quattro anni che facciamo grandi cose, il rapporto tra di noi è bellissimo, quattro anni difficili, di lavoro e di trionfi: quattro anni di emozioni continue" ha detto il tecnico prima di passare alla valutazione dei singoli. 

"Oggi sono stati tutti bravissimi. I cambi? Sapevo che Lazzari e Correa sarebbero stati pronti, così come Cataldi, e lo hanno dimostrato. Caicedo o Correa? Io guardo tanto gli allenamenti, stasera per me era la partita di Caicedo, ho deciso senza dubbi. Correa è un top player, sta tornando al meglio, se lo vedrò al 100% a Genova partirà dall'inizio. Milinkovic? Penso che su di lui le apsettative siano semrpe alte, quest'anno gli chiedo anche tanto sacrificio, mi dà sempre disponibilità, è un giocatore importantissimo per noi. Lucas Leiva? Giocatore incredibile, ma stasera bravi tutti. Ci mancava il capitano, ma questo gruppo è più forte di tutto e gioca un ottimo calcio". 

MILINKOVIC: "ORA LAZIO VOLA"

Vedi anche Lazio-Inter, De Vrij era da rosso? I social insorgono Serie A Lazio-Inter, De Vrij era da rosso? I social insorgono

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments