JUVENTUS-BOLOGNA 2-0

Serie A, Juventus-Bologna 2-0: Pirlo accorcia in classifica

Allo Stadium i bianconeri vincono con un gol per tempo: a segno Arthur e McKennie

  • A
  • A
  • A

La Juve non sbaglia e approfitta dei "passi falsi" di Milan e Inter per accorciare in classifica. Nella 19.ma giornata di Serie A la squadra di Pirlo batte 2-0 il Bologna e, in attesa del recupero col Napoli, sale a 36 punti (-7 dal Milan). Allo Stadium gara intensa e ricca di occasioni. Un destro di Arthur (15') deviato da Schouten sblocca il match, poi i rossoblù provano a reagire ma sbattono contro le parate di Szczesny e McKennie (71') chiude il match di testa. 

LA PARTITA
Tre punti per ripartire, dare certezze e continuare a rincorrere la vetta. Col Bologna la Juve incassa una vittoria importante per la classifica e per il morale. Al netto del risultato, che sorride ai bianconeri sotto tutti i punti di vista, sono tante le buone notizie per Pirlo. Dall'equilibrio in difesa e in mediana alla forza propulsiva di Cuadrado e McKennie, pedine fondamentali per creare superiorità e far saltare il banco tra le linee. Certo, davanti si potrebbe fare ancora meglio, ma per ora può bastare. Soprattutto perché col Bologna Pirlo ha dimostrato con i cambi di non aver paura e di voler lanciare un messaggio forte e chiaro alla squadra. Indicazioni importanti per capire le idee del Maestro e per proseguire con coraggio la rimonta scudetto.   

Dopo la vittoria in Supercoppa, Pirlo punta sulla continuità. Davanti tocca ancora al tandem Kulusevski-CR7, in mediana invece l'unica novità è Bernardeschi al posto di Chiesa. Discorso simile per Mihajlovic, che replica confermando Orsolini-Soriano e Vignato a supporto di Barrow. A buon ritmo l'avvio del match è più fisico che tattico. Ordinata e precisa negli appoggi, la Juve prende in mano il possesso verticalizzando per Kulusevski e Ronaldo e cercando gli inserimenti da dietro. Il Bologna invece si chiude facendo densità e riparte. Da una parte McKennie ci prova due volte, dall'altra Orsolini spara invece a lato dal limite. Occasioni che allungano le squadre e aprono gli spazi. Dopo una bella incursione di Barrow, Soriano arriva tardi in area e sul capovolgimento di fronte Schouten devia alle spalle di Skorupski un destro di Arthur. Gol che sblocca la gara e accende il match. A caccia del pari, il Bologna prova ad accelerare e spinge. La Juve invece chiude bene le linee di passaggio e manovra palleggiando da dietro e appoggiandosi ad Arthur. Szczesny ferma un tiro-cross pericoloso di Orsolini, poi Bernardeschi si fa ipnotizzare da Skorupski, Cuadrado si divora il raddoppio e Kulusevski non trova il guizzo giusto in area. Errori che "graziano" gli umini di Sinisa e tengono aperto il match. Match che i rossoblù provano a rimettere in carreggiata alzando il pressing, prestando però il fianco anche alle ripartenze bianconere. Dopo un destro largo di Soriano, Skorupski disinnesca un cross pericoloso di Cuadrado e le squadre rientrano negli spogliatoi con la Juve in vantaggio.

La ripresa si apre con l'ingresso in campo di Sansone e Soumaoro e con i rossoblù in pressione. Più alto e aggressivo, il Bologna prova ad aggredire allargando il gioco e Szczesny è costretto a superarsi prima su una deviazione di testa di Cuadrado e poi a bloccare un destro di Barrow. Pericoli che fanno subito scattare l'allarme bianconero e costringono la Juve a difendersi e a giocare solo di rimessa. Da una parte Bernardeschi e Cuadrado non concretizzano in contropiede, dall'altra Szczesny vola invece su un bel sinistro a giro di Orsolini e Sansone manca il bersaglio grosso da buona posizione. A ritmi alti nell'ultima mezz'ora saltano un po' tutti gli schemi e il match si trasforma in un continuo botta e risposta. Con le squadre lunghe Pirlo leva Bernardeschi e getta Morata nella mischia arretrando Kulusevski. Mossa coraggiosa che dà coraggio alla Juve e porta subito al raddoppio di McKennie, bravo a girare in rete di testa su calcio d'angolo. Rete che segna il risultato e rende l'ultimo quarto d'ora un monologo bianconero. Dopo un'invenzione di CR7, Skorupski prima non concede il bis a McKennie, poi respinge un tentativo di Rabiot. Parate che chiudono la gara e avvicinano la Juve alle prime della classe.

 

LE PAGELLE
McKennie 7: muscoli in mezzo al campo e spinta a rimorchio delle punte. Dà dinamismo alla manovra e si propone con continuità inserendosi da dietro. Blinda il risultato col terzo gol in campionato 
Arthur 6,5: controlla con ordine la manovra bianconera gestendo con qualità il traffico in mediana. Nel primo tempo sblocca la gara con la complicità di Schouten, nella ripresa cala un po' e la Juve rallenta a centrocampo
Ronaldo 6: Tomiyasu gli sta addosso e gioca più per la squadra, alternandosi su tutto il fronte offensivo con Kulusevski e cercando spesso l'intesa col compagno di reparto e l'assist. Ingaggia un duello con Skorupski, ma lo perde
Bernardeschi 5: disordinato e impreciso. La gamba c'è, ma non basta. Dalla sua parte ha spazio per spingere, ma non fa male e commette un paio di errori importanti in fase offensiva
Skorupski 7: attento e preciso negli interventi. Nel primo tempo tiene a galla il Bologna con i suoi interventi, nella ripresa limita i danni
Schouten 5: in mediana fatica a fare filtro e perde qualche palla sanguinosa nel primo tempo. Sfortunata la deviazione sul rito di Arthur che beffa Skorupski
Orsolini 6: ha spazio, punta e spinge. Nel primo tempo dalla sua parte arrivano le azioni più pericolose del Bologna, ma non trova il guizzo giusto per colpire
 

IL TABELLINO
JUVENTUS-BOLOGNA 2-0
Juventus (4-4-2): Szczesny 7; Cuadrado 7, Bonucci 6 (33' st De Ligt 6), Chiellini 6,5, Danilo 6; McKennie 7 (47' st Demiral sv), Bentancur 6,5, Arthur 6,5 (33' st Rabiot 6), Bernardeschi 5 (23' st Morata 6); Kulusevski 6,5 (33' st Ramsey 5,5), Ronaldo 6. 
A disp.: Pinsoglio, Buffon, Chiesa, Di Pardo, Dragusin, Frabotta, Fagioli. All.: Pirlo 6,5
Bologna (4-2-3-1): Skorupski 7; De Silvestri 5,5 (1' st Soumaoro 5,5), Danilo 6, Tomiyasu 6,5, Dijks 5,5 (32' st Palacio 5,5); Schouten 5, Svanberg 5,5 (19' st Dominguez 6); Orsolini 6 (32' st Skov Olsen 5,5), Soriano 6, Vignato 5 (1' st Sansone 6); Barrow 5,5. 
A disp.: Da Costa, Breza, Hickey, Paz, Poli, Baldursson. All.: Mihajlovic 5,5
Arbitro: Sacchi
Marcatori: 15' Arthur (J), 26' st McKennie (J)
Ammoniti: Kulusevski, Chiellini, Arthur (J); Vignato, Dijks (B)
Espulsi: -


LE STATISTICHE
- La Juventus ha vinto tutte le ultime nove sfide di Serie A contro il Bologna, con un punteggio complessivo di 20-3.
- La Juventus ha tenuto la porta inviolata in due partite consecutive, considerando tutte le competizioni, per la prima volta dallo scorso giugno.
- Cristiano Ronaldo non ha trovato il gol per due presenze di fila in Serie A per la prima volta dal novembre 2019.
- Arthur ha segnato il suo primo gol in campionato dal febbraio 2020, con il Barcellona contro l'Eibar.
- Arthur ha realizzato il suo primo gol con la maglia della Juventus alla 19ª presenza e con il quinto tiro totale con i bianconeri.
- Con tre reti, Weston McKennie ha raggiunto Michael Bradley come miglior marcatore statunitense nella storia della Serie A.
- Terzo gol per Weston McKennie in Serie A, il secondo allo Stadium.
- Wojciech Szczesny ha registrato oggi il suo 50º clean sheet con la maglia della Juventus in tutte le competizioni.
- Juan Cuadrado ha giocato 97 palloni in questo match, almeno 26 più di qualsiasi altro giocatore sul terreno di gioco.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti