Allegri: "E' un momento chiave"

Il tecnico alla vigilia del match di Marassi: "Abbiamo due trasferte che diranno molto"

  • A
  • A
  • A

Vigilia di campionato per Massimiliano Allegri, che a Marassi contro la Sampdoria cerca la nona vittoria di fila: "Sarà una partita complicata contro una squadra che ha grande tecnica. E' il momento più importante della stagione per noi: abbiamo due trasferte che diranno molto". Due i dubbi di formazione: "Il vice-Marchisio? Non ho ancora deciso. Senza dubbio non mi inventerò nulla, giocherà uno nel ruolo giusto. In avanti dubbio Zaza-Morata".

Che tipo di avversaria è la Sampdoria rispetto a qualche tempo fa?
"La Samp ha fatto un ottimo derby per un'ora. Troveremo un ambiente con grande entusiasmo. La Samp ha segnato molto e ha qualità importanti, come Eder, Muriel, Soriano e Cassano. Sarà una partita complicata contro una squadra che ha grande tecnica e un Cassano in ottimo stato".

Non c'è Marchisio. Chi giocherà?
"Non ho ancora deciso. Senza dubbio non mi inventerò nulla, giocherà uno nel ruolo giusto. Altrimenti se deciderò in modo diverso potremmo giocare anche senza mediano davanti alla difesa".

Il procuratore di Rugani ha manifestato un certo disappunto.
"Non so cosa ha detto, ma l'allenatore sono io e sono pagato per decidere quando giocherà. Domani potrebbe essere della partita".

La situazione di Hernanes finito un po' ai margini
"Ha pagato un inizio difficile per la squadra. A Manchester ha fatto molto bene, anche nel derby ha giocato discretamente. Non so se domani giocherà, ma il suo ruolo sono convinto che sia davanti alla difesa".

Ci sono delle somiglianze tra te e Montella? Pensi che questa partita sia più difficile delle ultime nove?
"Per quanto riguarda la partita, se è la più difficile, noi abbiamo due trasferte da quella di domani a quella di domenica prossima, e sono due trasferte difficili, complicate ma diverse. E' il momento della stagione per noi dopo la rincorsa, perché queste due trasferte non dico che decideranno, ma vorranno dire molto. Perché quando arriveremo a giocare la partita di Udine alla prossima, noi le ultime sette partite abbiamo giocato cinque trasferte e due partite in casa. E quindi chiudere questo periodo con due ottimi risultati non sarebbe male. Poi dopo avremo molte più partite in casa che in trasferta. E soprattutto ci permetterebbero di rimanere agganciati al treno di testa. E come ho detto e come ripeto, e di questo sono convinto, il nostro obiettivo è arrivare alle ultime 6 di campionato o in testa, o attaccati alla testa. E nelle ultime sei avremo grandi possibilità di poter dire la nostra. Il paragone con Montella: come comportamento in panchina, in generale, credo che Vincenzo stia dimostrando alla Sampdoria quello che ha dimostrato alla Fiorentina. Quindi credo sia un allenatore molto bravo, giovane, che potrà ambire ad arrivare a grandi squadre e a fare una grande carriera".

Il mercato di gennaio
"Arriverà solo un grande giocatore che possa migliorare la rosa. I grandi giocatori è difficile trovarli a gennaio, quindi se ci sarà la possibilità di prendere un grande giocatore, la società prenderà un grande giocatore. Se bisogna prendere un giocatore da portare qui a Vinovo e non migliorare la qualità tecnica della rosa, non ha assolutamente senso".

Il 4-3-1-2 è un modulo messo da parte per ora?
"Per caratteristiche dei giocatori sì. Spero al più presto di recuperare Pereyra, un giocatore di grande tecnica e che può giocare in diverse posizioni. L'importante è recuperarlo perchè mi dà molte soluzioni, soprattutto ora che andiamo in avanti e più andiamo in avanti  e più ci vogliono giocatori tecnici".

Il punto sugli infortunati
"Barzagli non è ancor a disposizione. Mandzukic oggi valuto se potrà essere disponibile o no, ci sono buone possibilità che lo sia. Lemina è andato di nuovo a Barcellona per fare dei test alle problematiche dei tendini delle ginocchia. Nel giro di 7-10 tornerà ad allenarsi".

Ha dubbi in attacco?
"Il dubbio è tra Morata e Zaza. Stanno bene entrambi. Morata, nonostante non abbia fatto gol mercoledì, ha fatto uan buona partita, sia in fase offensiva che difensiva, perché si è messo a disposizione per la squadra e ritornerà sicuramente a fare gol".

Come ha ritrovato Caceres? 
"Il rinnovo contrattuale non spetta a me, perché c'è la società. Per quanto riguarda Caceres, sono molto contento che sia rientrato, che abbia giocato. Veniva da un lungo periodo di sofferenza. Credo sia uno dei difensori più bravi in circolazione. Quindi riaverlo al top della condizione sarebbe un acquisto molto importante della Juventus".

Se dipendesse da te, Rugani e Zaza non si muovono a gennaio?
"Ho già detto varie volte che Zaza e Rugani rimarranno alla Juventus, anche perché ogni giorno non si può dire... uno non gioca e va via. Siamo alla Juventus. E la Juventus deve per forza avere una rosa di ottimo livello. Per avere una rosa di grande livello, deve avere degli ottimi giocatori, dei grandi giocatori, in tutti e tre i reparti della squadra".

Ha detto che potrebbe giocare anche senza mediano davanti alla difesa. All'altra domanda però ha detto che il 4-3-1-2 è messo da parte. Quindi in caso come sarebbe? Un centrocampo a quattro?
"(ride, ndr) Nooo, basta invertire il triangolo a metà campo. Buona giornata!".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments