JUVENTUS

Juventus, Rabiot rientra e scherza: "Ultimo giorno di sciopero"

Il francese polemico sui social contro i media al ritorno in Italia: quarantena e poi gli allenamenti con i compagni

  • A
  • A
  • A

Adrien Rabiot è tornato in Italia ma potrà riabbracciare la Juventus solamente tra 14 giorni, dopo la quarantena prevista per chi rientra dall'estero. Il francese ha passato il lockdown in Costa Azzurra suscitando qualche malumore considerando la scelta di tornare molto dopo la maggior parte dei compagni. Di fatto sarà il penultimo, con Higuain atteso nel weekend: non ha violato alcun regolamento interno e forse anche per questo si è lasciato andare a una polemica social.

"Quando ti rendi conto che è stato il tuo ultimo giorno di… sciopero" il tono della storia Instagram di martedì sera, come a dire che dietro a un ritorno a scoppio ritardato rispetto al gruppo non ci sono motivazioni di mercato (che comunque rimane sullo sfondo, possibili offerte dalla Premier League a fine stagione) o malumori per il taglio degli stipendi. Non a caso, in una storia successiva ispirata allo sciopero parigino contro il Governo francese del 1968, ha rincarato la dose contro i media, equiparati a una bottiglia da cui non bere.

Di fatto Rabiot ha scelto di rientrare non appena saputo del via libera degli allenamenti di squadra dal 18 maggio, anche perché a quel punto sarebbe stata la Juve - che, è bene ribadirlo, sinora non aveva dato deadline - a convocarlo per quella data (sempre fermo restando la quarantena, che ora lo escluderà dal lavoro di gruppo sino a fine mese).

LA STORIA INSTAGRAM

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments