VERSO JUVENTUS-TORINO

Juventus, Allegri: "Il pari di Bergamo ottimo solo se vinciamo il derby"

Il tecnico bianconero si prepara alla sfida col Torino: "Non so ancora se schiererò il tridente, Bonucci fuori per un affaticamento"

  • A
  • A
  • A

La Juventus prepara il derby della Mole con l'obiettivo di riprendere subito la corsa Champions dopo il pari on l'Atalanta e provare ad accorciare almeno momentaneamente sulle prime della classe: "Il pareggio con l'Atalanta diventa buono solo se battiamo il Torino - ha detto Max Allegri in conferenza -. Bonucci non ci sarà per un affaticamento al polpaccio. Tridente? Non ho ancora deciso, a centrocampo due ballottaggi".

© Getty Images

LE PAROLE DI ALLEGRI

Sul derby

"È sempre una partita speciale e domani avremo bisogno dei nostri tifosi, perché sarà una sfida complicata. Giocheremo contro una squadra che ha ritrovato il DNA della sua storia e ci sono da fare i complimenti a Juric per questo. Sarà la terza sfida contro squadre che giocano in maniera simile, speriamo di avere imparato".

Sul pareggio di Bergamo

"Diventa un pari ottimo solo se domani riusciamo a vincere il derby. Cambi tardivi? La squadra stava facendo bene, poi loro hanno segnato un gol meraviglioso. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, perché giocare contro l’Atalanta non è mai semplice. Anche un punto è importante, perché per un punto puoi vincere o perdere uno scudetto. Vai o meno in Champions per un punto. Ti salvi o retrocedi per un punto".

Sulle condizioni dei singoli e le scelte di formazione

"Bonucci non ci sarà, ha un affaticamento al polpaccio. Bernardeschi non è ancora pronto e non voglio rischiarlo. Cuadrado giocherà terzino e non so ancora se schiererò i tre davanti. Su Kean valuterò, domenica è entrato bene ed è importante in questo momento con molte partite ravvicinate. Pellegrini? Ha avuto un momento di appannamento legato ad alcuni acciacchi. Ora è tornato ad avere una buona condizione ed è un giocatore affidabile".

Sul centrocampo

"Dubbi? Giocherà uno tra Zakaria e McKennie e uno tra Arthur e Locatelli. Zakaria non l’ho provato da centrale, perché credo faccia meglio da interno nei tre di centrocampo. Centrale ci può giocare con il centrocampo a due".

Sul momento di Morata

"Discuterlo tecnicamente è follia pura. Adesso sta facendo molto bene ed è sereno. Ora ci focalizziamo insieme su questo momento e sui prossimi mesi".

Sul collega Juric

"È un allenatore molto bravo, che ha fatto molto bene a Verona e che ora sta facendo bene al Torino. Per caratteristiche tecniche e caratteriali credo che la società granata abbia fatto un’ottima scelta a puntare su di lui".

Sulla crescita della squadra

"I ragazzi hanno messo da parte gli obiettivi personali e ora giocano da squadra. Conoscono meglio il mio linguaggio e io conosco meglio loro. C'è voglia di tornare a vincere. Quest'anno sarà difficile, ma abbiamo obiettivi importanti. Poi martedì avremo una partita importante contro il Villarreal, che sarà molto diversa dalle nostre ultime uscite".

Su Inter-Liverpool

"C’è da fare i complimenti all’Inter per come ha giocato contro il Liverpool, hanno fatto davvero una bella partita".

Sul ruolo da favoriti

"I derby non sono mai sbilanciati. Domani sarà difficile e soprattutto importante per il campionato, poi loro saranno arrabbiati per l'ultima gara (la sconfitta col Venezia, ndr). Servirà una grande prestazione anche in vista di martedì in Champions. Il clima? Ho tanti amici e conoscenti granata che mi hanno stuzzicato nell'ultima settimana, ma sempre con rispetto...".

 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti