Juve senza grinta: furia Allegri

A Firenze partita molle per i bianconeri, serve la svolta

di
  • A
  • A
  • A

Urge un tagliando alla macchina da guerra Juventus. Agatha Christie diceva che tre indizi fanno una prova: dopo Doha e il blackout contro l'Atalanta, la sconfitta contro la Fiorentina ha confermato il periodo di appanamento dei bianconeri. La squadra di Allegri ha perso lo smalto dei giorni migliori e soprattutto la grinta. Ora tocca proprio al tecnico risolvere il "giallo" dello smarrimento della caratteristica che ha reso grande e vincente la Vecchia Signora negli ultimi anni.

Scelte tecniche discutibili a parte, vedi l'esclusione di Pjanic dai titolari e l'utilizzo di Chiellini debilitato dalla febbre, Allegri è stato "tradito" dai suoi uomini nell'atteggiamento. Giocatori poco determinati e molli su ogni contrasto, proprio questo ha fatto arrabbiare il mister. Niente pressing e i giocatori viola sono sempre stati liberi di comandare la partita a centrocampo con linee di passaggio facili facili. Dopo un primo tempo brutto, neanche la sfuriata negli spogliatoi di Max è servita a raddrizzare la serata, anzi. A uscire dagli spogliatoi più aggressiva è stata addirittura la Fiorentina. Così neanche il gol di rapina di Higuain è servito ad evitare la quarta sconfitta in trasferta su 9 partite: un campanello d'allarme che non può lasciare indifferente.

Il tutto va sommato a un calo fisiologico, normale se si vuole essere al top in primavera. Questa Juve, però, si deve ritrovare in fretta perché, come ribadito da Allegri, le prossime partite sono importanti per spianare la strada verso la conquista del sesto scudetto. Dalla disfatta di Firenze nel 2013 era rinata la Juve di Conte, ora in tifosi sperano che anche questa sconfitta sia "salutare". E magari ha anche convinto Marotta e Agnelli a intervenire sul mercato con uno sforzo economico per regalare un nuovo centrocampista di livello. I tempi di Pogba, Vidal e Pirlo sono lontani...

La Fiorentina interrompe una striscia di quattro sconfitte consecutive in Serie A contro la Juventus in cui aveva subito 10 gol (2.5 di media a partita).
La Viola mantiene l'imbattibilità interna in questo campionato: cinque successi e cinque pareggi nel parziale.
Quarta sconfitta in questa Serie A per la Juventus che per la terza volta ha subito più di un gol nella stessa partita.
17 tiri subiti dalla Juventus, record negativo per i bianconeri in questa Serie A.
Sono inoltre sei i tiri nello specchio subiti dai bianconeri con la Fiorentina, contro nessun'altra squadra ne hanno concessi di più in questo campionato.
Quello di Badelj è il nono gol da fuori area per la Fiorentina in questa Serie A, nessuna squadra ne ha fatti di più finora.
Higuaín ha segnato sei gol nelle ultime quattro partite di campionato dopo averne realizzato solo uno nelle precedenti otto.
Higuaín ha segnato in ognuna delle ultime quattro partite di Serie A giocate contro la Fiorentina.
Nikola Kalinic ha trovato il gol in tutte le ultime tre sfide con la Juventus in Serie A. 250ª presenza in Serie A per Leonardo Bonucci.

I giocatori sono stati messi davanti alle loro responsabilità ed è toccato a Bonucci suonare la carica con un post su Instagram nella notte. Il difensore bianconero, uno dei leader dello spogliatoio, ha riconosciuto gli errori del gruppo: "FAME, PALLE, INTENSITÀ. Loro si e Noi no. Zero Alibi. Poche chiacchiere. Solo così possiamo arrivare in fondo per raggiungere i nostri obiettivi".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments