Cabrini: "Nessun dubbio su Dybala"

L'ex bianconero: "I simboli di questi 120 anni? Scirea, Platini e Del Piero"

  • A
  • A
  • A

"Allegri ha detto che la Juve ha bisogno di paura per giocare bene? Una squadra come la Juve non deve soffrire, soprattutto a livello internazionale". L'ex bianconero Antonio Cabrini analizza l'1-1 di Lisbona. "Dybala? E' un grandissimo giocatore, diventerà ancora più forte e se fossi io il suo allenatore non lo metterei mai in dubbio", ha detto a 4-4-2. La Juve compie 120 anni. "Gli uomini simbolo? Sicuramente Scirea, Platini e Del Piero".

"Secondo me il traguardo principale di quest'anno è quello di imporsi anche a livello internazionale, quindi la rosa è stata costruita per avere un percorso positivo in Champions League - Adesso è un po' in difficoltà ma anche gli altri anni aveva iniziato un po' con il freno a mano tirato. Poi dopo può succedere di tutto, possono uscire fuori i grandi giocatori come sta succedendo in questi giorni a Higuain. Dybala e Higuain viaggiano a ritmi differenti in campionato e in Champions? La differenza tra il campionato e la Champions è fuori dubbio: in Europa ci sono molte più difficoltà. Però giudicare un giocatore come Dybala non mi sembra corretto anche perché non ha ancora grandissima esperienza internazionale. Ha 24 anni e ha bisogno di crescere a tutti i livelli. Juve più offensiva rispetto al passato? Se c'è questa tendenza vuol dire che si sentono sicuri in fase difensiva, anche dopo la partenza di Bonucci. Comunque non bisogna tralasciare il lavoro nella fase difensiva ma questo non devo insegnarlo io ad Allegri, che conosce benissimo lo stato di forma della sua squadra. I nuovi acquisti in difficoltà? Ci sono dei tempi precisi per inserirsi in un nuova squadra e in nuovo ambiente. In passato anche altri giocatori ci hanno messo un po' a integrarsi. C'è la disponibilità della Juve ad aspettarli ma nello stesso tempo una società così importante ha bisogno di portare a casa de risultati".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments