Dalla Spagna: Ronaldo, due anni alla Juve poi in Florida

Secondo Don Balon la notizia confermerebbe la tranquillità del portoghese di fronte alle accuse della Mayorga

Dalla Spagna: Ronaldo, due anni alla Juve poi in Florida

Cristiano Ronaldo non teme i giudici americani e la bufera scatenata dalla sua accusatrice, Katrhyn Mayorga, non ha minato la sua tranquillità. A conferma di questo - secondo 'Don Balon' - ci sarebbe la sua intenzione di giocare nella Juve soltanto due anni prima di firmare per l'Orlando City e trasferirsi negli Usa. Il club della Florida gli offrirebbe un contratto da 50 mln di dollari l'anno e la possibilità di diventarne il proprietario.

"La Juve sarà il suo ultimo club, in bianconero terminerà una carriera meravigliosa", disse il procuratore di Ronaldo Jorge Mendes a 24 ore dalla chiusura della trattativa che ha portato il portoghese a dare l'addio al Real Madrid per sposare il club torinese. Ma 'Don Balon' lancia la 'bomba': alla Juve resterà soltanto due anni e non quattro come da contratto. Gli Usa lo aspettano. Secondo il portale spagnolo la notizia dimostrerebbe che Ronaldo non ha nessuna paura dei giudici americani, tanto da pensare di andare a vivere proprio là. Il proprietario degli Orlando City, club dove ha giocato anche Kakà, avrebbe contattato Mendes ricevendo - sempre secondo 'Don Balon' - l'ok del portoghese. Intanto l'equipe da un milione di dollari di Ronaldo è impegnata nello smontare le accuse di stupro dell'ex modella americana ai danni del suo assistito. Come riporta 'Tuttosport' l'avvocato Peter Christiansen assicura: l'accordo del 2009 e il versamento di 375 mila euro alla Mayorga non è un'ammissione di colpevolezza. Quattro i punti su cui si basa la sua tesi.

TAGS:
Calcio
Juve
Ronaldo
Don balon

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X