VERSO JUVE-LIONE

Champions League, Garcia: "Juve strafavorita, non mi spiego le critiche a Sarri"

In attesa di incontrare nuovamente l'ex tecnico della Roma, i bianconeri hanno scoperto chi sarà l'arbitro dell'incontro e il precedente non è incoraggiante

  • A
  • A
  • A

Prosegue la marcia di avvicinamento della Juventus alla gara di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Lione. I bianconeri hanno scoperto chi sarà l'arbitro della sfida: si tratta del tedesco Felix Zwayer, che arbitrò Atletico Madird-Juventus, andata degli ottavi 2018/19. Il precedente non è incoraggiante, visto che la squadra di Allegri perse 2-0 al Wanda Metropolitano, salvo poi ribaltare il risultato nel ritorno allo Stadium grazie alla tripletta di CR7. Nel frattempo ha parlato anche Rudi Garcia, tecnico dei francesi e storico ex rivale, ai tempi della Roma: "Non mi spiego le critiche alla Juve - ha detto alla Gazzetta dello Sport -  noi vogliamo andare a Lisbona per le Final Eight. Non ci difenderemo per tutta la partita, lo faremo cercando di fare un go, perché se ci riusciremo sarà complicato eliminarci. Certo, siamo outsider e la Juve è strafavorita, perché è costruita per vincere la Champions".

Per Garcia i giudizi negativi attorno alla squadra di Sarri sono immeritati: "Io ho visto le partite, so che c'è chi dice non hanno giocato bene, ma rispondo che la Juve ha vinto il campionato in 36 giornate e non solo perché gli avversari sono calati. Se avessero avuto bisogno di punti nelle ultime gare, li avrebbero fatti. Possiamo dire che gioca meno bene di una volta, ma è la più forte. La gente cosa vuole, che la squadra vinca, no? Lo fa perché ce l'ha nel Dna e qualsiasi allenatore arrivi deve coltivarlo. Sarri lo ha fatto e ha vinto, e ora si giudica il gioco. Io dico solo che sono stati ancora i migliori".

Il pericolo numero uno per i bianconeri sarà con tutta probabilità il rientrante Memphis Depay: "Non giocava addirittura da dicembre. Contro il Psg ha fatto bene, ma ha lavorato soprattutto in fase difensiva. Speriamo che nella seconda partita cresca sul piano offensivo. Se gira lui, poi gira tutta la squadra. È un fuoriclasse e sa fare la differenza".

ISPETTORI FIGC ALLA CONTINASSA

Concluso il campionato di Serie A, proseguono i blitz dei pool ispettivi della Procura Federale presso i centri sportivi delle squadre partecipanti alle Coppe Europee e ai play off e play out di Serie B, per accertare la corretta applicazione dei Protocolli sanitari approvati dalla FIGC e validati dalle Autorità governative. Mertedì pomeriggio gli ispettori si sono recati presso gli impianti della Juventus e del Pordenone, acquisendo la documentazione sanitaria relativa ai tamponi e agli esami sierologici effettuati da tutti i componenti del gruppo squadra.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments