Calcio

"Ora uno si trova in albergo e l'altro a casa. Se escono, saranno arrestati. Credo che entrambi siano pentiti di quello che hanno fatto ma voglio mettere in chiaro che la vita della nostra gente è molto più importante dei loro milioni". Aleksandar Vucic, presidente della Serbia, è duro nei confronti di Luka Jovic e Nikola Ninkovic, attaccanti del Real Madrid e dell'Ascoli, finiti nella bufera per aver violato il regime di autoisolamento contro l'emergenza coronavirus. Il ministro degli Interni, Nebojsa Stefanovic, ha fatto sapere che saranno denunciate 80 persone, fra cui "atleti e famosi miliardari", mentre la premier Ane Brnabic ha attaccato: "li avete visti tutti i nostri calciatori che arrivano dall'estero, che arrivati qui ignorano l'autoisolamento". Ninkovic aveva fatto sapere in una nota pubblicata dall'Ascoli che "non è successo assolutamente nulla di quanto riportato dai media" mentre Jovic si è giustificato sostenendo che non era stato istruito a dovere sulle norme vigenti nel suo Paese.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A