Calcio ora per ora

italia, mancini: "in qatar ce la potevamo giocare"

"Troppo facile parlare dopo. Mi ero sbilanciato, ma prima, sull'Argentina

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

"Troppo facile parlare dopo. Mi ero sbilanciato, ma prima, sull'Argentina perche' per Messi, il migliore degli ultimi vent'anni, chiudere la carriera senza aver vinto un Mondiale non sarebbe stato neanche giusto. Ma l'Italia, quando c'e', e' pericolosa per chiunque: per questo ho sempre detto che puntavamo a vincere, e oggi dico che ce la potevamo giocare. Anche per provare a vincerlo, si'". Cosi' Roberto Mancini, ct dell'Italia, alla Gazzetta, tornmando sul Mondiale in Qatar in cui l'Italia era assente. "Mondiale anomalo, troppo poco tempo per prepararlo: alcune squadre, potendolo fare meglio, avrebbero giocato anche meglio", ha aggiunto. "Paghera' chi ne aveva piu' in Qatar? In un Mondiale la pressione c'e' sempre e questo e' stato anche molto compresso: la puoi accusare, ma e' una fatica piu' psicologica che fisica", ha spiegato. "Spero che ai giocatori abbia fatto male quanto a me vederlo in tv: credo di si', sapevano anche loro che avrebbero fatto una bella figura. E sanno che sara' necessario prepararsi meglio per i momenti decisivi delle prossime qualificazioni", ha aggiunto il ct azzurro.