Milan-Inter 0-0: Icardi sprecone

Il capitano nerazzurro sbaglia due gol a porta vuota. Per i rossoneri Champions più lontana

di
  • A
  • A
  • A

Finisce in parità e senza gol il Derby della Madonnina numero 168. Lo 0-0 accontenta più l'Inter che non supera la Roma al terzo posto in classifica, ma tiene il Milan a -8. Protagonista in negativo Mauro Icardi che, dopo aver visto il Var annullargli il gol per offside, ha divorato due occasioni a porta vuota al 57' e al 93'. Per il Milan occasione per Bonucci e gol in rovesciata annullato a Cutrone sempre per fuorigioco.

In chiave Champions è un pareggio che per l'Inter vale tre punti, per il Milan praticamente zero. Lo 0-0 di San Siro, nell'inedito orario delle 18.30, non ha sconvolto gli equilibri della classifica, anzi, cementificandoli ha ridotto - e non di poco - le speranze di Gattuso di colmare il gap verso il quarto posto. In campo però i tre punti li ha sfiorati più volte l'Inter, più fresca nelle gambe e nella testa di un Milan reduce da una rincorsa partita proprio dal derby di Coppa Italia e che oggi, quattro mesi dopo, sembra portare il conto in termini di lucidità. Solo Icardi in versione sprecone come poche volte visto in Serie A ha graziato Donnarumma e compagni che, per contro proprio, ha avuto un paio di occasioni per il colpaccio.

L'aggressività dell'Inter nei primi minuti ha messo in grossa difficoltà il Milan fin dalle prime battute con la sfida giocata nella metà campo rossonera senza soluzione di continuità. La prima grande occasione è un regalo di Rodriguez a Rafinha, ma senza che il brasiliano sia riuscito a trovare la porta ritardando la conclusione in due tempi. Poi ci ha pensato Candreva a spaventare Donnarumma, ma senza successo. Gli episodi chiave per rompere gli equilibri però hanno portato la firma dei rispettivi capitani: prima Bonucci, sugli sviluppi di un calcio di punizione di Çalhanoglu, ha costretto Handanovic alla parata più difficile della partita; poi Icardi, dall'altra parte, ben imbeccato da Candreva in ripartenza ha saputo trovare il rasoterra vincente, vanificato però dal fuorigioco millimetrico richiamato dal Var.

Un equilibrio mantenuto anche nella ripresa, seppur un po' a sorpresa con due squadre lunghe e sfilacciate fin dai primi minuti. La traversa su cross sbagliato di Perisic e la papera senza conseguenza di Donnarumma poco dopo hanno lasciato il posto a un trittico di occasioni per il Milan che Kessie prima e Cutrone poi non hanno sfruttato, con tanto di gol in rovesciata del bomber rossonero annullato per fuorigioco. Tra un tentativo e l'altro, però, Icardi ha fallito la prima grande occasione calciando fuori a porta vuota un assist al bacio di Candreva. Il finale si è giocato senza centrocampo e con le due squadre spezzate in due alla ricerca della giocata vincente, che non è arrivata. Per demerito di Suso e Kalinic prima, poi per il secondo peccato capitale di Icardi al 93' con l'erroraccio a porta vuota su assist di Cancelo che ha scioccato una Curva Nord già pronta ad esultare.

Icardi 4,5 - Un gol annullato per fuorigioco millimetrico e due errori a porta vuota che pesano come un macigno nell'economia del derby. Clamorosi, come l'occasione lasciata sul campo.
Cutrone 6 - Disordinato, sgraziato e tremendamente sul pezzo quando c'è da concludere a rete. Le occasioni rossonere, poche, sono tutte sue e il gol annullato in rovesciato è un urlo di gioia strozzato in gola.
Handanovic 6,5 - Decisivo con un paio di interventi sopra le righe. Su Bonucci al 22' compie un autentico miracolo.
Donnarumma 6 - Qualche errore di valutazione di troppo, ma anche degli interventi decisivi sulle palle basse che mandano fuori tempo Icardi. Non è nel suo miglior momento, ma limita i danni.
Perisic 5,5 - Si scalda nella ripresa quando tutta la manovra dell'Inter passa dalle sue folate. Non trova mai l'ultimo passaggio giusto.
Bonaventura 5 - Conferma di vivere un momento sottotono e pur gestendo il pallone con abilità, spesso sbaglia scelte o rallenta il gioco nelle ripartenze.

MILAN-INTER 0-0
Milan (4-3-3)
: G. Donnarumma 6; Calabria 6,5, Bonucci 6, Romagnoli 6,5, Rodriguez 5; Kessie 6,5, Montolivo 5,5 (24' st Locatelli 6), Bonaventura 5 (35' st Borini sv); Suso 5, Cutrone 6 (24' st Kalinic 5,5), Çalhanoglu 6. A disp.: A. Donnarumma, Storari, Musacchio, Zapata, Abate, Antonelli, Mauri, André Silva. All.: Gattuso 6.
Inter (4-2-3-1): Handanovic 6,5; Cancelo 6,5, Miranda 6, Skriniar 6,5, D'Ambrosio 6; Gagliardini 5,5, Brozovic 6; Candreva 5,5 (32' st Eder 5,5), Rafinha 5 (26' st Borja Valero 5,5), Perisic 5,5; Icardi 4,5. A disp.: Padelli, Berni, Santon, Dalbert, Ranocchia, Lisandro Lopez, Karamoh, Vecino, Pinamonti. All.: Spalletti 6.
Arbitro: Di Bello
Ammoniti: Suso (M); Cancelo, Perisic, Skriniar, Candreva (I)
Espulsi: nessuno

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments