Nuovo stadio, Milan e Inter avanzano spediti: progetto pronto, sarà un impianto da 55-60mila posti

A inizio maggio i due club presenteranno il dossier al Comune, che poi dovrà dare l'ok definitivo: serviranno sei anni di lavori

Nuovo stadio, Milan e Inter avanzano spediti: progetto pronto, sarà un impianto da 55-60mila posti

Avanza il progetto di Inter e Milan per quanto riguarda la costruzione del nuovo stadio. Il dossier è pronto e, come riferisce il Corriere della Sera, sarà presentato al Comune a inizio maggio, confermando così la decisione di entrambi i club di volere lasciare San Siro. In totale serviranno circa sei anni per il completamento dei lavori, mentre il nuovo stadio avrà una capienza di 55-60mila spettatori.

Tra meno di un mese, dunque, le due società presenteranno al Comune un'analisi sulla trasformazione dell'area, descrivendo costi e tempi dell'impianto che verrà progettato da uno studio internazionale di designer. Il Corriere della Sera spiega che i lavori che si svolgeranno in tre fasi, a cominciare dalla costruzione del nuovo stadio nell'area dove attualmente sorgono i parcheggi.

Ci vorranno tre anni per la realizzazione dello stadio e nel frattempo Inter e Milan giocheranno a San Siro. Dopodiché si passerà alla fase 2, ovvero la demolizione del Meazza: serviranno circa sei mesi. Infine sarà il momento delle aree commerciali e dei nuovi parcheggi, per i quali serviranno altri due anni e mezzo. In sei anni, dunque, dovrebbero completarsi tutti i lavori ma prima servirà l'ok del Comune, con il quale i due club dovranno anche trattare per l'abbattimento di San Siro: trattandosi di un bene a bilancio dell'amministrazione comunale, servirà un indennizzo adeguato.

TAGS:
Calcio
Inter
Milan
San siro
Nuovo stadio

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X