Milito, l'incubo di Abate incorona Lautaro: "Spero vinca l'Inter e che sia lui l'uomo derby"

Dall'alto dei suoi 10 gol al Milan - due col Genoa - il Principe lancia il suo erede

  • A
  • A
  • A

Sei gol in campionato, due in amichevole. E a questi se ne aggiungano ancora altri due con la maglia del Genoa. In tutto fatto dieci: dieci reti al Milan! Insomma, se c'è stato un uomo derby per eccellenza questo è Diego Milito, l'uomo del Triplete interista, la bestia nera dei cugini rossoneri. Di Ignazio Abate, in particolare. Per il Principe un gol subito nel primo incrocio, una calda indimenticabile serata di fine agosto 2009: 4-0 il risultato finale, con la firma dell'argentino su calcio di rigore per il momentaneo 2-0. Ancora a segno (e che gol!) nel match di ritorno assieme a Pandev, per un 2-0 con l'Inter a chiudere il derby addirittura in 9 uomini. E poi altri 4 centri: il gol partita nel gennaio 2012 e la tripletta nel 4-2 del maggio successivo.

Anche per questo (e non solo per l'indimenticabile notte del Bernabeu del 22 maggio 2010) Diego Milito resta un idolo indiscusso del popolo nerazzurro: un grande bomber che, diventato poi dirigente del Racing di Avellaneda, non ha smesso di regalare gioie ai tifosi interisti, visto che è stato uno degli uomini chiave del trasferimento a Milano di Lautaro Martinez. E proprio El Toro, a detta del Principe, potrebbe essere il man of the match del derby di domenica sera: "Sarà una partita molto equilibrata" ha raccontato Milito al Corriere dello Sport. "Sono sempre stati così, i derby. Sono partite uniche, particolari. Si vince con la concentrazione, con la grinta, più che con la classe sopraffina. Sono partite sempre molto chiuse e i particolari fanno la differenza, nel risultato. Mi auguro che a fare la differenza possa essere Lautaro Martinez. Lo conosco, è un ragazzo fantastico".

Certo però anche dall'altra parte ci sono giocatori che fanno paura, e uno di questi guarda caso argentino. Higuain, ma non solo: "Personalmente spero non sia nessuno del Milan a decidere la partita, spero che vinca l'Inter. Ma il Milan è in grado di fermare i nerazzurri se non saranno concentrati. Se devo dire quelli che fanno più paura, citerei Higuain e Suso".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments