IL PROGETTO

Milan e Inter: "Il nuovo stadio si può fare soltanto a San Siro"

Comunicato congiunto dei due club: "Per una ristrutturazione ci vorrebbe il doppio del tempo e non verrebbero raggiunti gli standard ottimali"

  • A
  • A
  • A

Milan e Inter vanno avanti insieme, compatti, con l'obiettivo di realizzare il nuovo stadio nell'area dove sorge l'attuale impianto. A spiegarlo sono i rappresentanti dei due club, che a Palazzo Marino hanno incontrato i consiglieri comunali di Milano chiamati a valutare il progetto: "La proposta depositata dai club riguarda il quartiere di San Siro - sottolineano le due società -. Questa è la sola opzione oggi esistente. La sola alternativa per i club è un nuovo San Siro a San Siro".

Milan e Inter hanno dunque risposto in modo netto ai consiglieri, che chiedevano spiegazioni circa la possibilità di costruire il nuovo stadio nell'area ex Falck di Sesto San Giovanni. Per i due club non esiste un piano B e la ristrutturazione dell'attuale San Siro, invece, durerebbe "circa sei anni, circa il doppio rispetto a quelli di realizzazione di un nuovo stadio" e, aggiungono, non verrebbero raggiunti "gli standard ottimali", con "un cantiere con notevoli rischi per la sicurezza". 

Mark Van Huuksloot e Domenico Barile, i due responsabili del progetto per - rispettivamente - Inter e Milan, hanno spiegato che i club "vogliono investire 1,2 miliardi di euro per realizzare uno stadio di qualità superiore e rigenerare un'area oggi non valorizzata, con evidente beneficio per il territorio comunale, maturando oneri pari a 81 milioni di euro". Rassicurazioni per quanto riguarda il costo dei biglietti: "L'aumento degli spazi premium non sacrifica in alcun modo l'obiettivo primario di uno stadio per tutti, dalle famiglie alle tifoserie organizzate, e che offre a tutti un'elevata qualità di esperienza. I club non hanno intenzione di portare i biglietti, oggi accessibili a tutti, a dei livelli non sostenibili". E anche i "grandi concerti e i grandi eventi continueranno ad essere ospitati nel nuovo San Siro".

L'idea, come detto, è anche quella di rigenerare un'area oggi non valorizzata. Inter e Milan sono infatti pronti "una volta ottenuto per il progetto stadio il pubblico interesse, ad avviare un dialogo costruttivo con le proprietà (il fondo di investimento americano Hines, ndr) delle aree limitrofe. I club sono consapevoli che sia necessaria la massima armonizzazione e integrazione dei progetti che comporranno una nuova parte della città".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments