L'Inter piange Maicol Lentini, promessa del settore giovanile

Per il 15enne fatale una malore nella sua abitazione nel Pavese

  • A
  • A
  • A

"FC Internazionale Milano partecipa commossa al dolore per la scomparsa del giovane Maicol Lentini. Proprietà, dirigenti, il Settore Giovanile nerazzurro, di cui Maicol ha fatto parte, squadra e tifosi si stringono attorno alla sua famiglia in questo giorno di grandissimo dolore". Con questa nota di cordoglio l'Inter ha annunciato la morte della giovane promessa del settore giovanile nerazzurro. Nel 2017 il 15enne aveva dovuto abbandonare l'attività agonistica per curarsi a seguito di una malattia e la sua storia aveva commosso il mondo del calcio. 

A Maicol gli ultrà nerazzurri avevano dedicato uno striscione a San Siro (Maicol Lentini, tanti auguri campione. La Nord è con te) e l'ex capitano Mauro Icardi aveva indossato una fascia in suo onore (Auguri Maicol, non mollare). Omaggi sentiti, per far sentire la vicinanza dell'ambiente nerazzurro al giovane e aiutarlo a non mollare. Purtroppo però quando la situazione sembrava dare segnali positivi, il 15enne è stato colto da un malore improvviso e non c'è stato più nulla da fare.

Così, appresa la notizia, sul profilo Facebook della Curva Nord è apparso un accorato messaggio di cordoglio per la promessa delle giovanili. "La Curva Nord vicina alla famiglia di Maicol - si legge nel testo -. Gli avevamo espresso la nostra vicinanza quando un male inspiegabile lo aveva allontanato quattordicenne dalle giovanili dell'Inter. Successivamente eravamo stati confortati dal fatto che sembrava essersi completamente ripreso sebbene rimanendo lontano dall'Inter e per questo oggi ancora più forte è la nostra vicinanza ai suoi famigliari e il dolore per la sua perdita. Ciao Maicol".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments