INTER

Inter, solo certezze per Inzaghi. E Satriano non parte più

Il tecnico ha già fatto sua la squadra. Le condizioni di Sanchez non danno garanzie, l'attaccante uruguaiano quinta punta

  • A
  • A
  • A

Ha fatto in fretta Simone Inzaghi a prendersi l'Inter e ad allontanare l'ombra di Antonio Conte. Due giornate di campionato e per il nuovo tecnico nerazzurro solo certezze: i pilastri della squadra che hanno cucito lo scudetto sul petto e i nuovi arrivati. Da Calhanoglu e Dzeko che hanno brillato nell'esordio casalingo contro il Genoa a Correa, che pronti via ha rotto gli equilibri della sfida del Bentegodi con una doppietta da sogno. E in attesa di Dumfries, prelevato dal Psv con l'obiettivo di far dimenticare in fretta la partenza del motorino Hakimi, fiducia a Darmian, che come l'anno scorso ha dimostrato di essere un jolly prezioso e affidabile.

Ora quattro giorni di riposo per l'Inter, che si ritroverà mercoledì ad Appiano per cominciare a preparare la sfida di Marassi contro la Sampdoria alla ripresa del campionato dopo la sosta per le Nazionali. Proprio 'causa' Nazionali Inzaghi avrà a disposizione soltanto sette elementi della rosa: Ranocchia, D'Ambrosio, Darmian, Kolarov e Dimarco oltre a Gagliardini e Sanchez. E gli argentini Lautaro e Correa saranno impegnati nella notte tra giovedì 9 e venerdì 10 settembre nella gara di qualificazione mondiale contro la Bolivia. Per loro poi una corsa contro il tempo per raggiungere la squadra in vista del match coi blucerchiati.


Sanchez: le sue condizioni non danno garanzie, ecco perché l'Inter ha deciso che Satriano resterà come quinta punta, almeno fino a gennaio. L'attaccante uruguaiano, che bene ha fatto nel pre-campionato e che ha esordito contro il Genoa, resterà dunque a disposizione del tecnico nerazzurro e cercherà di convincerlo a regalargli altri minuti di partita. 

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments