Inter: via all'era cinese. E una novità: Moratti non lascia

Giornata storica per il club nerazzurro. Jindong e Thohir: "Puntiamo a diventare leader nel mondo". LA GIORNATA IN DIRETTA

Col passaggio della maggioranza dell'Inter al Suning, col 68,55% delle quote, è ufficialmente cominciata l'era cinese. Thohir resta presidente ma è socio di minoranza col 31,05%. Ai piccoli azionisti lo 0,4%. "Sono persone molto brave e con buone intenzioni - ha detto Moratti al termine dell'assemblea dei soci - Ho sensazioni molto buone. Credo che faranno quello che è necessario, magari assestando un bel colpo. Mi piace Payet".

"Con l'Inter avrò un rapporto di grande amicizia e supporto in qualsiasi momento possano aver bisogno - ha proseguito Moratti - Ma lo faccio volentieri. Con l'allenatore non ho parlato, parleranno loro ma credo che faranno quello che è necessario. Ma non chiedete a me i dettagli, non ne faccio più ufficialmente parte. Quello che vogliamo tutti noi tifosi alla fine è solo vincere e portare a casa qualche cosa. La base è già buona, ci vorranno 2-3 giocatori di lavoro anche in base alle richieste dell'allenatore, ma ora gli sparo io qualche nome da tifoso... L'obiettivo è entrare in Champions, poi sarà tutto un altro discorso".

E ALLA FINE LA NOVITA': MORATTI RESTA

E dopo tutte le formalità previste e concordate, passaggi azionari e nuova proprietà, incarichi e vertici, ecco la (lieta) novità in fondo alla mattinata nerazzurra. Annunciata da Zhang Jindong: "Massimo Moratti resterà in società. Come consulente. Sono lieto di annunciare che ha accettato il nostri invito". E in questo giorno storico per l'Inter, questo legame con la storia nerazzurra, questo legame che non si spezza è la (bella) notizia che lo stesso Moratti, nei giorni scorsi, aveva evitato di commentare dicendo che sarebbe rimasto, ma solo come primo tifoso. Invece no. C'è qualcosa di più: un'Inter per due terzi cinese, per un terzo indonesiana. E con l'era Moratti che non ha spento la luce di stagione meravigliose, quelle degli Anni Sessanta e quelle del Triplete.

THOHIR: "RIPORTEREMO L'INTER AI VERTICI DEL CALCIO MONDIALE"

Il Presidente dell'Inter Erick Thohir si è così espresso riguardo alla nuova struttura aziendale: "Do il benvenuto ai nuovi membri del Consiglio e sono orgoglioso della partnership strategica sancita oggi con Suning Holdings Group, che ci permetterà di compiere un successivo passo nel progetto di riportare l'Inter nel posto che merita ai vertici del calcio mondiale".

RATIFICATO IL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ

Il passaggio di proprietà dell'Inter è stato votato all'unanimità dall'assemblea dei soci, con un aumento di capitale di 142 milioni di euro e la sottoscrizione del 22 percento di nuove azioni. L'assemblea è durata poco meno di un'ora. Sul palco Erick Thohir, Massimo Moratti e Nicola Volpi. La delegazione del Suning è rimasta seduta in prima fila fino alla ratifica del cambio di proprietà. A quel punto Yang Yang, in rappresentanza dell'azienda cinese, ha preso la parola: "Il Suning lavorerà al massimo insieme a Thohir per fare grande l'Inter. Moratti è un modello a cui ispirarsi".

ECCO IL NUOVO CDA: 9 MEMBRI, 5 CINESI

Cambiano gli equilibri del Cda dell'Inter che oggi ha ratificato il passaggio di proprietà del club al Suning. Il consiglio d'amministrazione passa da otto a nove membri dei quali cinque espressi dalla nuova proprietà. Thohir resta presidente, nel Board rimangono anche i suoi uomini Soetedjo e Volpi. Mentre Bolingbroke in qualità di ad della società. Per la parte cinese entrano il figlio del presidente del Suning Steven Zhang, il suo braccio destro Jun Ren, Yang Yang, Liu Jun e Mi Xin.

ASSEMBLEA AZIONISTI: IL COMUNICATO

"L'Assemblea dei Soci di F.C. Internazionale Milano S.p.A., presieduta da Erick Thohir, ha approvato oggi l'emissione di 3.263.021.485 nuove azioni ordinarie a favore di Suning Holdings Group. Tale operazione è parte di un accordo in base al quale, attraverso l'acquisto di azioni ordinarie, Suning Holdings Group acquisirà una partecipazione di maggioranza di F.C. Internazionale Milano S.p.A. (68,55%). Attraverso tale operazione, International Sports Capital (Erick Thohir) diviene azionista di minoranza del Club (31.05%), mentre Internazionale Holding (Massimo Moratti), cessa di essere azionista. Gli storici piccoli azionisti conservano una minoranza dello 0,40%. L'Assemblea ha inoltre approvato la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione del Club, che è ora così composto: Erick Thohir, Ren Jun, Mi Xin, Yang Yang, Liu Jun, Steven Zhang, Handy Soetedjo, Michael Bolingbroke e Nicola Volpi. Il nuovo Consiglio, tenutosi dopo l'Assemblea, ha confermato Erick Thohir Presidente Esecutivo e Michael Bolingbroke Amministratore Delegato. Il Presidente di Suning Holdings Group Zhang Jindong ha dichiarato: "Credo profondamente che, con il sostegno di tutti i tifosi nerazzurri nel mondo, il supporto delle risorse di Suning, gli sforzi e l'impegno dell'esperta dirigenza nerazzurra, traendo ispirazione da un modello come Massimo Moratti, saremo in grado di far rivivere l'antico splendore e riportare l'Inter alla gloria".

TAGS:
Calcio
Inter
Suning
Moratti
Thohir